Il paradiso degli orchi – Daniel Pennac

La voce femminile si diffonde dall’altoparlante

Incipit Il paradiso degli orchi


La voce femminile si diffonde dall’altoparlante, leggera e piena di promesse come un velo da sposa.
– Il signor Malaussène è desiderato all’Ufficio Reclami.
Una voce velata, come se le foto di Hamilton si mettessero a parlare. Eppure, colgo un leggero sorriso dietro la nebbia di Miss Hamilton. Niente affatto tenero, il sorriso. Bene, vado. Arriverò probabilmente la settimana prossima. È il 24 dicembre, sono le 16 e 15, il Grande Magazzino è strapieno. Una fitta folla di clienti gravati dai regali ostruisce i passaggi. Un ghiacciaio che cola impercettibilmente, in un cupo nervosismo. Sorrisi contratti, sudore lucente, ingiurie sorde, sguardi pieni d’odio, urla terrorizzate di bambini acciuffati da Babbi natale idrofili.
– Non aver paura, tesoro, è Babbo Natale!
Rapidi flash.

Incipit tratto da:
Titolo: Il paradiso degli orchi
Autore: Daniel Pennac
Traduzione: Yasmina Mélaouah
Titolo originale: Au bonheur des ogres
Casa editrice: Feltrinelli

Bibliografia Daniel Pennac

Copertine di Il paradiso degli orchi di Daniel Pennac

Incipit Au bonheur des ogres

La voix féminine tombe du haut-parleur, légère et prometteuse comme un voile de mariée.
– Monsieur Malaussène est demandé au bureau des Réclamations.
Une voix de brume, tout à fait comme si les photos de Hamilton se mettaient à parler. Pourtant, je perçois un léger sourire derrière le brouillard de Miss Hamilton. Pas tendre du tout, le sourire. Bon, j’y vais. J’arriverai peut-être la semaine prochaine. Nous sommes un 24 décembre, il est seize heures quinze, le Magasin est bourré. Une foule épaisse de clients écrasés de cadeaux obstrue les allées. Un glacier qui s’écroule imperceptiblement, dans une sombre nervosité. Sourires crispés, sueur luisante, injures sourdes, regards haineux, hurlements terrifiés des enfants happés par des pères Noël hydrophiles.
– N’aie pas peur, chéri, c’est le Père Noël! Flashes.

Incipit tratto da:
Titre: Au bonheur des ogres
Auteur: Daniel Pennac
Editeur: Gallimard
Langue: Français

Bibliografia Daniel Pennac

Quarta di copertina / Trama

Un eroe, Malaussène, che come lavoro fa il “capro espiatorio”. Una famiglia disneyana, senza mamme e babbi, con fratellini geniali, sorelle sensitive, una “zia” femmina super-sexy, ritratto irresistibile del giornalismo alla “Actuel”, una misteriosa guardia notturna sera, un cane epilettico.
Questa esilarante banda di personaggi indaga su una serie di oscuri attentati, sull’orrore nascosto nel Tempio del benessere, un Grande Magazzino dove scoppiano bombe tra i giocattoli e un Babbo Natale assassino aspetta la prossima vittima. Un’altalena tra divertimento e suspence, tra una Parigi da Misteri di Sue e una Parigi post-moderna dove proliferano i piccoli e grandi “orchi” che qualcuno crede estinti. Degli orchi si può ridere o si può tremare. Uno scrittore come Pennac, non ha certo paura di affrontarli con l’arma che lui stesso così definisce nel libro: “l’umorismo, irriducibile espressione dell’etica”.
Stefano Benni
(Ed. Feltrinelli; Economica Universale)

Da questo romanzo il film Il paradiso degli orchi (Au bonheur des ogres) per la regia di Nicolas Bary (2013)

Locandina Il paradiso degli orchi

La fata carabina – Daniel Pennac

Incipit La fata carabina

Era inverno a Belleville e c’erano cinque personaggi. Sei contando la lastra di ghiaccio. Sette, anzi, con il cane che aveva accompagnato il Piccolo dal panettiere. Un cane epilettico, con la lingua che gli penzolava da un lato.

Incipit tratto da:
Titolo: La fata carabina
Autore: Daniel Pennac
Traduzione: Yasmina Melaouah
Titolo originale: La fée carabine
Casa editrice: Feltrinelli

Bibliografia Daniel Pennac

Copertine di La fata carabina di Daniel Pennac

Incipit La fée carabine

C’était l’hiver sur Belleville et il y avait cinq personnages. Six, en comptant la plaque de verglas. Sept, même avec le chien qui avait accompagné le Petit à la boulangerie. Un chien épileptique, sa langue pendait sur le côté.

Incipit tratto da:
Titre: La fée carabine
Auteur: Daniel Pennac
Editeur: Gallimard
Langue: Français
Quarta di copertina / Trama

Intenta ad attraversare la strada con tutta la circospezione dovuta all’età avanzata, una vecchietta tremolante impugna improvvisamente un P.38, prende la mira e fa secco un giovane commissario di polizia.
Così si apre questa nuova avventura di Benjamin Malaussène, sempre accompagnato dalla sua irresistibile tribù, questa volta arricchita dalla presenza della madre, incinta di dieci mesi, e da un eterogeneo gruppo di vecchietti, sottratto da Julie, la fidanzata di Benjamin, alla schiavitù della droga. È proprio attorno ai vecchietti che gira questo nerissimo romanzo di Pennac: vecchietti uccisi a rasoiate, vecchietti a cui la sorellina di Benjamin Thérèse, legge la mano reinventando loro ogni giorno un avvenire diverso, vecchietti vittime e vecchietti assassini.
Cosa sta succedendo nel mercato della droga parigino? Come mai gli anziani abitanti del quartiere Belleville sono diventati accaniti consumatori di stupefacenti? E perché se non li fa fuori la droga, vengono uccisi uno dopo l’altro con i più brutali sistemi?
(Ed. Feltrinelli; I Canguri)

Indice cronologico opere Daniel Pennac

La passione secondo Thérèse – Daniel Pennac

Incipit La passione secondo Thérèse

Bisognerebbe vivere a posteriori. Decidiamo tutto troppo presto. Non avrei mai dovuto invitare quel tizio a cena. Una resa affrettata, dalle conseguenze disastrose. È vero che la pressione era fortissima. Tutta la tribù si era accanita a convincermi, ognuno nel proprio registro, una potenza di fuoco spaventosa:

Incipit tratto da:
Titolo: La passione secondo Thérèse
Autore: Daniel Pennac
Traduzione: Yasmina Melaouah
Titolo originale: Aux fruits de la passion
Casa editrice: Feltrinelli

Bibliografia Daniel Pennac

Copertine di La passione secondo Thérèse di Daniel Pennac

Incipit Aux fruits de la passion

On devrait vivre à posteriori. On décide tout trop tôt. Je n’aurais jamais dû inviter ce type à dîner. Une reddition hâtive, aux conséquences désastreuses. Il faut dire que la pression était énorme. Toute la tribu s’était acharnée à me convaincre, chacun dans son registre, une puissance de feu terrible:

Incipit tratto da:
Titre: Aux fruits de la passion
Auteur: Daniel Pennac
Editeur: Gallimard
Langue: Français
Quarta di copertina / Trama

“La tribù Malaussène e la sua cerchia hanno il piacere di annunciare il matrimonio di Thérèse Malaussène con il conte Marie – Colbert de Roberval consigliere referendario di primo livello.” Una storia dove si approfondisce la conoscenza con il promesso sposo, dove si dice che l’amore è proprio così come si dice, dove si capisce che anche in amore le stelle barano, dove si narra del matrimonio, di ciò che lo precede e di ciò che naturalmente ne consegue, dove quel che doveva succedere succede, dove si cerca la verità della passione, la passione secondo Thérèse. Sebbene Benjamin Malaussène fosse sempre stato contrario a questo matrimonio e la storia abbia provato che aveva ragione…
(Ed. Feltrinelli; Universale Economica)

Cronologia opere Daniel Pennac