I figli di Dio – Glenn Cooper

Incipit I figli di Dio

Le udienze generali del mercoledì erano in genere momenti di gioia per Celestino VI, un modo per sentirsi più vicino al suo immenso gregge in un’atmosfera rilassata, se non addirittura di festa. Quella mattina in particolare si alzò presto, pregò nella cappella di Santa Marta, quindi fece colazione coi suoi collaboratori nella mensa comune. Quando ormai mancava poco all’incontro coi fedeli, Celestino alzò lo sguardo e vide entrare la sua segretaria personale e il cardinal segretario di Stato, entrambi con un’espressione piuttosto abbattuta.

Incipit tratto da:

  • Titolo: I figli di Dio
  • Autore: Glenn Cooper
  • Traduzione: Barbara Ronca
  • Titolo originale: The Three Virgins
  • Casa editrice: Nord

Bibliografia Glenn Cooper

I figli di Dio di Glenn Cooper

Quarta di copertina / Trama
Manila, Filippine. Nausea, mal di testa, uno svenimento: per sapere di cosa si tratti, Maria, una sedicenne che vive in una baraccopoli, affronta la lunga attesa per essere visitata da un medico volontario. La diagnosi è semplice: Maria è incinta. Ma le circostanze di quella gravidanza sono eccezionali… Maria infatti è ancora vergine.
Gort, Irlanda. Da alcuni giorni, fuori della casa della famiglia Riordan, c’è una fila di persone raccolte in preghiera. Vogliono un’unica cosa: vedere e toccare la giovane Mary, una sedicenne in attesa di un bambino. E vergine.
Lima, Perù. L’arcivescovo della diocesi sudamericana manda un messaggio urgente al Vaticano: uno sperduto villaggio di montagna sta diventando meta di pellegrinaggi, perché si è sparsa la voce che lì viva una sedicenne, vergine, incinta. Il suo nome è María.
Sconcertato, il papa decide di affidare a Cal Donovan il compito d’incontrare le tre vergini per capire se quello che è successo sia un miracolo autentico. E Cal si mette subito in viaggio. Prima parla con la ragazza filippina, poi con quella irlandese. Entrambe sono disorientate e confuse. E hanno un altro punto in comune: qualche tempo prima, mentre tornavano a casa, tutte e due sono state accecate da una luce abbagliante e hanno sentito una voce dire: «Sei stata scelta». Poi Cal vola in Perù, ma non riuscirà a incontrare l’ultima Maria: la ragazza è scomparsa. E, nel giro di poche ore, anche delle altre due vergini si perdono le tracce. Cosa sta succedendo? Chi ha preso le tre ragazze? Mentre il mondo s’interroga sulla loro sorte, Cal intuisce che forze oscure, fuori e dentro il Vaticano, hanno messo in moto un piano per destabilizzare dalle fondamenta il papato di Celestino VI. E lui è l’unico che può sventare la più grande minaccia che incombe sulla Chiesa di Roma dai tempi della riforma protestante…
(Ed. Nord)

Indice cronologico opere Glenn Cooper

Il debito – Glenn Cooper

Incipit Il debito

Aveva gli occhi azzurri. Non un azzurro sbiadito e acquoso, bensì un colore vivido, dell’esatta sfumatura del lapislazzuli; li teneva fissi in quelli di lei mentre facevano l’amore, con una concentrazione priva di tentennamenti che la sconcertava ogni volta.
«Non fermarti, Jean, non fermarti!» lo pregò la donna.
«Non mi fermerei per niente al mondo», ansimò lui in risposta, continuando a muoversi finché, scosso da un brivido, non si abbandonò su di lei.
Era asciutto e muscoloso, senza un filo di grasso. Ci sarebbe voluto almeno un decennio prima che soccombesse alle caratteristiche di famiglia, assumendo la raffinata corpulenza tipica di chi ha molto denaro. Per adesso, era un ventisettenne dall’appetito insaziabile che bramava nuove opportunità, occasioni per dimostrare il proprio valore e quella ragazza dalla chioma corvina e dalla pelle color latte.

Incipit tratto da:

  • Titolo: Il debito
  • Autore: Glenn Cooper
  • Traduzione: Luca Tarlazzi
  • Titolo originale: The Debt
  • Casa editrice: Nord

Bibliografia Glenn Cooper

Il debito di Glenn Cooper

Quarta di copertina / Trama
Forse non è il paradiso, ma per Cal Donovan, docente di Storia della religione, è come se lo fosse. Per ringraziarlo del suo ruolo cruciale nel caso del sacerdote con le stigmate, papa Celestino VI ha infatti concesso a Cal un privilegio straordinario: l’accesso illimitato alla Biblioteca Vaticana e all’Archivio Segreto Vaticano; chilometri di scaffali su cui sono conservati centinaia di migliaia tra manoscritti, documenti antichi e reperti inestimabili. E Cal ne approfitta subito per le sue ricerche su un oscuro cardinale italiano vissuto a metà dell’Ottocento, durante i moti rivoluzionari che avevano sconvolto lo Stato Pontificio. Ed è così che s’imbatte in una lettera privata del segretario di Stato dell’epoca, in cui si fa riferimento a un banchiere e alla necessità di trasferirlo in gran segreto fuori Roma. Nel corso degli anni, Cal ha imparato a fidarsi del proprio istinto e quella strana vicenda lo attira come una calamita. Non può tuttavia immaginare che, dalle pagine ingiallite, emergerà un fatto sconcertante: un ingente debito – mai restituito – contratto in segreto dalla Chiesa con una banca gestita da una famiglia ebrea. Né può prevedere la sorprendente richiesta di Celestino: trovare le prove che quel debito è ancora valido. Ma quali sono le reali intenzioni del papa? Cal non è l’unico a porsi quella domanda. Per alcuni membri della Curia è in gioco la sopravvivenza stessa della Chiesa, e sono pronti a usare qualsiasi mezzo pur di fermare le ricerche di Cal e ostacolare i progetti del papa…
(Ed. Nord)

Indice cronologico opere Glenn Cooper

Il segno della croce – Glenn Cooper

Incipit Il segno della croce

Il sole implacabile di Gerusalemme aveva reso la terra dura come pietra. Nonostante il caldo torrido del mezzogiorno, gli operai dalla pelle color cuoio sollevavano e abbassavano i pesanti picconi, senza osare interrompere la cadenza dei colpi.
La donna era ferma lì vicino e osservava ogni movimento, ascoltando il suono metallico del ferro contro il terreno compatto. Poi andò a sedersi all’ombra della sua tenda, in cima a un cumulo livellato di detriti che dominava gli scavi. Alcuni soldati dal volto severo circondavano l’area formando un anello d’acciaio. Non erano comuni legionari, bensì una coorte di centurioni scelti dall’imperatore in persona. In verità, la donna non correva nessun pericolo.

Incipit tratto da:

  • Titolo: Il segno della croce
  • Autore: Glenn Cooper
  • Traduzione: Monica Bottini
  • Titolo originale: The Quantum Priest
  • Casa editrice: Nord

Bibligrafia Glenn Cooper

Il segno della croce di Glenn Cooper

Quarta di copertina / Trama
Intorno a loro, si apre l’infinito deserto di ghiaccio e vento dell’Antartide. Dopo ore di faticoso cammino, il gruppo di uomini raggiunge il punto segnato sulla mappa. E lo individuano: l’ingresso di una caverna scavata decenni prima da chi li ha preceduti in quel continente disabitato. Quando entrano, in religioso silenzio, si trovano davanti un museo ideato per conservare reperti che il mondo crede perduti per sempre. Ma quegli uomini sono arrivati lì per due oggetti soltanto. E adesso li stringono tra le mani. Ne manca ancora uno, poi l’alba di una nuova era sorgerà sul mondo.
In un piccolo paese dell’Abruzzo, un giovane sacerdote si alza dal letto. Il dolore è lancinante. La fasciatura intorno ai polsi è intrisa di sangue. Con cautela, il prete scioglie le bende. Le sue suppliche non sono state esaudite, le piaghe sono ancora aperte. Il sacerdote chiude gli occhi e inizia a pregare. Prega che gli sia risparmiata quella sofferenza. Che gli sia data la forza di superare quella prova. E che nessuno venga mai a conoscenza del suo segreto.
Una ricerca iniziata quasi 2000 anni fa e giunta solo oggi a compimento. Un’ossessione sopravvissuta alla guerra che segnerà il destino di tutti noi. Una storia la cui parola «fine» sarà scritta col sangue…
(Ed. Nord)

Indice cronologico opere Glenn Cooper