Elefante a sorpresa – Joe R. Lansdale

Era una serata buia, umida e fredda, e la pioggia veniva giù a secchiate

Incipit Elefante a sorpresa

Era una serata buia, umida e fredda, e la pioggia veniva giù a secchiate. Gli alberi sul lato destro della strada si piegavano al nostro passaggio, perdendo foglie e rami che cadevano davanti alla macchina o dritti sulla carrozzeria. Io continuavo a guidare, schivando i rami quando potevo, sperando che non ci fossero dei pezzi di strada in cui l’asfalto era venuto via, o che un ramo si incastrasse sotto l’auto.
I tergicristalli correvano avanti e indietro a fatica, come una bibliotecaria incattivita che facesse no con un dito a un ragazzino troppo chiassoso, e le luci dei fari rimbalzavano contro il buio pesto. Avrei quasi voluto vedere un’altra auto lungo la strada, ma non c’era nessuno che fosse stato così stupido da uscire con quel tempaccio.

Incipit tratto da:
Titolo: Elefante a sorpresa. Un’indagine di Hap e Leonard
Autore: Joe R. Lansdale
Traduzione: Luca Briasco
Titolo originale: The Elephant of Surprise
Casa editrice: Einaudi

Bibliografia Joe R. Lansdale

Copertine di Elefante a sorpresa di Joe R. Lansdale

Incipit The Elephant of Surprise

The night was dark, wet, and cold, and the rain was coming down hard. The trees on the right side of the road were bending toward us as we passed, and leaves and limbs were coming loose of them, tumbling in front of and against the car. I kept driving, dodging branches when I could, hoping there were no washed-out sections in the road or a limb didn’t hang up beneath us.
The wipers slaved back and forth like a mean librarian wagging her finger at a loud child, and the lights bounced off the night. I kind of wished to see another car on the road, but most everyone else had sense enough to get in out of the storm.

Incipit tratto da:
Title: The Elephant of Surprise
Author: Joe R. Lansdale
Publisher: Mulholland Book
Language: English
Quarta di copertina / Trama

Dopo anni trascorsi a combattere il crimine insieme, qualcosa tra Hap e Leonard è cambiato: Hap, fresco di nozze con Brett, è ora un uomo di famiglia e il peso delle violenze commesse in passato, anche se a fine di giustizia, si sta facendo insostenibile. Ma quando, durante una delle peggiori inondazioni della storia dell’East-Texas, i due soccorrono per caso una donna inseguita da un manipolo di delinquenti, l’antica sete di avventura sembra riaccendersi. La ragazza, in stato di shock, è sopravvissuta a un’esecuzione mafiosa e il boss e i suoi sgherri continuano a cercarla per impedirle di testimoniare contro di loro. Tra strade allagate, torrenti in piena e inseguimenti spericolati, Hap e Leonard dovranno mettere in salvo la ragazza e sbarazzarsi dei suoi nemici prima che i nemici catturino loro. Un nuovo, ruggente caso da risolvere e una sfida che, una volta per tutte, metterà a durissima prova i due «eroi piú celebri» del noir.
«Sono tante le ragioni per cui amiamo irragionevolmente Joe R. Lansdale, le sue implausibili storie e il salutare regresso all’infanzia che la loro lettura ci garantisce da anni».
(Ed. Einaudi)

Indice cronologico opere Joe R. Lansdale

Sangue e limonata – Joe R. Lansdale

Leonard alzò gli occhi dal giornale che stava leggendo

Incipit Sangue e limonata

Leonard alzò gli occhi dal giornale che stava leggendo – uno straccetto, tutto quel che restava del nostro quotidiano cittadino, che era ormai quasi interamente online – e mi guardò.
– Da quanto leggo tutte le scuole, superiori, medie, addirittura le elementari, cavolo, puniscono qualunque scontro fisico, indipendentemente da chi sia stato a cominciare. In altre parole, un tizio ti salta addosso mentre stai giocando in cortile, in pausa pranzo, quando capita, insomma, tu gli molli un cazzotto sul naso perché ti lasci in pace e venite sospesi tutti e due.

Incipit tratto da:
Titolo: Sangue e limonata. Hap & Leonard
Autore: Joe R. Lansdale
Traduzione: Luca Briasco
Titolo originale: Blood and Lemonade
Casa editrice: Einaudi

Bibliografia Joe R. Lansdale

Copertine di Sangue e limonata di Joe R. Lansdale

Incipit Blood and Lemonade

Leonard looked up from the newspaper he was reading, a little rag that was all that was left of our town paper, the bulk of it now being online, and glanced at me.
“So I’m reading in the paper here about how the high school, hell, grade school, all the grades, they got a no fighting policy, no matter who starts it. Some guy jumps you on the playground, lunch break, or some such, and you whack him in the nose so he’ll leave you alone, you both go to detention.

Incipit tratto da:
Title: Blood and Lemonade
Author: Joe R. Lansdale
Publisher: Tachyon Pubns
Language: English
Quarta di copertina / Trama

Hap Collins è solo un ragazzo, ma sa già di essere molto diverso dai bigotti razzisti e ottusi della cittadina in cui è cresciuto. E sa che per ridurli a mal partito non bastano le parole: bisogna usare le loro stesse armi. Anche il giovane Leonard Pine è diverso da quelli che lo circondano: nero, gay e, a sorpresa, conservatore. Nella migliore delle ipotesi, i due formano una coppia improbabile. Finché un giorno, per caso, Hap vede Leonard fare il culo a strisce a una manica di bulli. E capisce che, a dispetto delle apparenze, ha trovato il socio ideale. Con sublime ironia, Lansdale scava nel passato dei due detective più celebri dell’East Texas e compone un mosaico di vicende e personaggi di volta in volta terribili, comici, violenti e nostalgici. Tutti, però, indimenticabili.
(Ed. Einaudi)

Indice cronologico opere Joe R. Lansdale

Il sorriso di Jackrabbit – Joe R. Lansdale

Incipit Il sorriso di Jackrabbit

Anche quando faccio qualcosa di piacevole, sembra che la morte e la distruzione siano sempre in agguato dietro l’angolo. Magari non li riconosco subito, quei due demoni, ma so che sono lì.
Potrebbero arrivare a bordo di un furgone, e sulle prime potrei scambiarli per persone qualsiasi. Gente che si fa i fatti suoi.
E invece sono portatori di una malattia ripugnante, i cui sintomi sono molteplici. Odio e pregiudizio, ignoranza e orgoglio di non sapere. Sono quelli che seguono l’istinto, che è un po’ come pretendere di leggere il futuro nelle ossa di pollo o nelle interiora delle rane.
Non avverto la loro presenza finché non sono già qui, e persino in quel momento non sempre riesco a capire con certezza cosa si è appena intrufolato nella mia vita. Qualcuno potrebbe pensare, considerata la mia esperienza, che saprò esattamente se sta per cadermi addosso una trave: invece ancora mi faccio sorprendere, e la loro malattia può scatenare una reazione a catena. Il problema non è solo il loro modo di vedere le cose, ma il modo in cui influenza gli altri: questo tipo di persone diffonde i propri germi senza nemmeno accorgersene.

Incipit tratto da:
Titolo: Il sorriso di Jackrabbit
Autore: Joe R. Lansdale
Traduzione: Luca Briasco
Titolo originale: Jackrabbit Smile
Casa editrice: Einaudi

Bibliografia Joe R. Lansdale

Copertine di Il sorriso di Jackrabbit di Joe R. Lansdale

Incipit Jackrabbit Smile

Even when I’m doing something enjoyable, it seems death and destruction lurk nearby. I might not recognize those dual demons right away, but they’re out there.
They might arrive in a pickup truck, and those in it may seem at first like a lot of people I might see. Just folks going about their business.
But they may be carriers of a repulsive kind of disease, and there are many symptoms. Hate and prejudice, ignorance and a profound pride in what they don’t know. They are those who go with their gut, which is about as accurate as throwing chicken bones or reading signs in frog entrails.
I don’t know they’re coming until they’re there, and even then, I might not understand exactly what has walked into my life. I may think, considering my experience, that I’ll know right away if something is going to go dark and wet, but I still get fooled, and their kind of disease can have a ripple effect; it’s not just their viewpoint, it’s how their viewpoint affects others—they spread their germs without even being aware of it.

Incipit tratto da:
Title: Jackrabbit Smile
Author: Joe R. Lansdale
Publisher: Mulholland Books
Language: English
Quarta di copertina / Trama

Nel giorno delle nozze con la sua amata Brett, mentre arrostisce hot dog per gli ospiti, Hap si vede piombare nel giardino di casa due pentecostali da manuale. Il ragazzo, tatuato, indossa un paio di jeans neri e una maglietta con lo slogan: «Bianco è giusto». La donna porta i capelli raccolti in una crocchia cosí alta da poterci nascondere dentro un frullatore. Sono la madre e il fratello della giovane Jackie Mulhaney, detta Jackrabbit, che da qualche mese sembra scomparsa nel nulla. Nessuno, tantomeno la polizia, vuole cercarla. Gli unici a raccogliere la sfida sono Hap e Leonard, senza immaginare che l’indagine arriverà a condurli nelle stanze segrete di una setta capace di adorare fantomatici uomini lucertola. E di infrangere senza rimorsi il quinto comandamento. Con il sarcasmo folgorante che ha conquistato generazioni di lettori, Lansdale firma una nuova parabola di ordinaria violenza americana.
(Ed. Einaudi)

Indice cronologico opere Joe R. Lansdale