Moneta del sogno – Marguerite Yourcenar

Paolo Farina era un provinciale ancora giovane

Incipit Moneta del sogno

Paolo Farina era un provinciale ancora giovane, sufficientemente ricco, tanto onesto quanto ci si può aspettare da un uomo in familiarità con la Legge, abbastanza amato nella sua piccola borgata toscana perché la sua disgrazia non inducesse a disprezzarlo. L’avevano compianto quando sua moglie se n’era scappata in Libia per seguire un amante con il quale sperava di essere felice. Non lo era stata i sei mesi passati a accudire la casa di Paolo Farina ricevendo gli agri consigli d’una suocera, ma Paolo, ciecamente felice di possedere quella giovane donna, e separato da lei da questo ottuso benessere, non aveva avuto il minimo sospetto che la moglie potesse soffrire. Quando lei se ne andò, dopo una scenata che lo aveva umiliato davanti alle due serve, lui si meravigliò di non aver saputo farsi amare.

Incipit tratto da:
Titolo: Moneta del sogno
Autrice: Marguerite Yourcenar
Traduzione: Oreste del Buono
Titolo originale: Denier du rêve
Casa editrice: Bompiani

Bibliografia Marguerite Yourcenar

Copertine di Moneta del sogno di Marguerite Yourcenar

Incipit Denier du rêve

Paolo Farina était un provincial encore jeune, suffisamment riche, aussi honnête qu’on peut l’attendre d’un homme vivant dans l’intimité de la Loi, assez aimé dans sa petite bourgade toscane pour que son malheur même ne le fît pas mépriser. On l’avait plaint lorsque sa femme s’était enfuie pour suivre en Libye un amant près duquel elle espérait être heureuse. Elle ne l’avait guère été pendant six mois passés à tenir le ménage de Paolo Farina en recevant les aigres conseils d’une belle-mère, mais Paolo, aveuglément heureux de posséder cette jeune femme, et séparé d’elle par cet épais bonheur, ne s’était pas douté qu’elle souffrait. Quand elle partit, après une scène qui le laissa humilié devant les deux servantes, il s’étonna de n’avoir pas su s’en faire aimer.

Incipit tratto da:
Titre: Denier du rêve
Auteur: Marguerite Yourcenar
Editeur: Gallimar
Langue: Français
Quarta di copertina / Trama

Scritto nel 1933 e rielaborato interamente nel 1959, Moneta del sogno ha al centro la narrazione semirealistica, semisimbolica, di un attentato antifascista nell’anno XI della dittatura. Iniziato durante una visita in Italia e ambientato a Roma, questo romanzo si distinse tra tutte le opere letterarie dell’epoca per la precisa presa di posizione contro l’immagine che la propaganda ufficiale dava dell’Italia e per l’intuizione dei fatti gravi e irrimediabile che stavano per precipitare sull’Europa.
“Moneta del sogno”, scrive la Youcenar, “fu uno dei primi romanzi francesi (il primo forse) a guardare in faccia la la vuota realtà nascosta dietro l’ampollosa facciata del fascismo, nello stesso momento in cui tanti scrittori in visita nella penisola si appagano ancora d’incantarsi una volta di più al tradizionale pittoresco italiano o si felicitavano di vedere i treni partire in orario (almeno in teoria) senza pensare di domandarsi verso quale stazione finale procedevano.” Nella ricca produzione di Marguerite Yourcenar , Moneta del sogno è un opera giovanile (cronologicamente si colloca tra Alexis e Fuochi) che l’autrice ha ripercorso con passione, che ha riscritto con intensa convinzione, trascinata dal sentimento che l’avventura umana si rivela sempre più tragica di quanto abbiamo supposto ma anche più ricca, più complessa, a volte stranamente più semplice.
(Ed.Tascabili Bompiani)

Indice cronologico opere Marguerite Yourcenar