Variazioni sul noir – Massimo Carlotto

La città era cambiata.

Incipit Variazioni sul noir

La città era cambiata. Se l’aspettava. Tutto era cambiato. Il paese. Il mondo intero. Perfino lui. Era invecchiato abbastanza bene, si era tenuto in forma con un’attività fisica costante anche se non esagerata. Solo il viso era invecchiato male. Guance scavate, rughe profonde intorno agli occhi e una piega amara che distorceva la bocca. L’aveva nascosta sotto un pizzetto che lo faceva assomigliare a uno zio materno, sottufficiale degli alpini. La barba sarebbe stata più adatta, aveva anche tentato di farla crescere ma gli dava un’aria trasandata che non si poteva permettere nella sua nuova vita. Dalla stazione era arrivato a passo veloce in piazza Cavour e si era piantato nel mezzo, girando piano su se stesso, mentre volti, situazioni, rumori gli tornavano allamente a ondate. L’ultima volta che si era fermato in quella piazza a bere una birra nel bar d’angolo era stato nel marzo 1981. Nonostante il movimento fosse finito da un pezzo, il locale era ancora frequentato dai compagni. Come sempre ne aveva incontrati alcuni, aveva chiacchierato, scherzato, offerto da bere e poi era tornato a casa dove aveva trovato i carabinieri ad aspettarlo. Quattro giovani svegli in borghese. In un attimo si era ritrovato le manette strette ai polsi. Aveva pensato spesso alla possibilità di essere arrestato ma si era sempre immaginato una scena molto più spettacolare e tragica. Mentre l’auto sfrecciava verso la caserma aveva provato una cocente delusione.
(Cuori rossi)

Incipit tratto da:
Titolo: Variazioni sul noir
Autore: Massimo Carlotto
Illustrazione di copertina: Tithi Laudthong su it.123rf.com/
Grafica: Davide De Marco
Casa editrice: CentoAutori

Bibliografia Massimo Carlotto

Copertine di Variazioni sul noir di Massimo Carlotto

Quarta di copertina / Trama

Paura, amore, invidia, nostalgia, rabbia, gelosia, vendetta: sono alcune delle emozioni con cui Massimo Carlotto ha raccontato con vivida crudezza la realtà italiana in 25 anni di scrittura appassionata e coinvolgente, che questa antologia vuole celebrare, raccogliendo alcuni dei suoi racconti noir più intensi. Storie a volte ispirate da fatti di cronaca altre volte dalla sensibilità dell’autore, con l’obietivo di scavare nell’animo dei protagonisti e in ognuno di noi.
Variazioni sul noir: potremo definire così questi racconti che narrano la stagione della lotta armata, la dura vita del carcere, i pregiudizi che colpiscono intere città o un essere umano.
Storie di vita reale, dure e crude, raccontate nello stile unico e riconoscibile che appartiene all’autore dell’Alligatore, per regalare al lettore indelebili emozioni.
(Ed CentoAutori; Nero Noir)

Indice cronologico opere Massimo Carlotto