Neppure quando è notte – Mario Desiati

Un giorno potrebbero derubarci del nostro cervello, del nostro pensiero.

Incipit Neppure quando è notte

Un giorno potrebbero derubarci del nostro cervello, del nostro pensiero. Potranno far sparire dai libri di letteratura Pasolini, Moravia, Parise, Fortini, Penna, Tondelli e Bellezza con qualche scusa del cazzo: tipo che sono stati comunisti magari, oppure froci. Potrebbe succedere che qualcuno dice che il mondo con tutti i suoi pupazzi fatti di acqua, fango e sale è fatto per i vincitori: quelli che stanno dentro “Forbes”, quelli che hanno la copertina di “Cosmopolitan” e sei canali televisivi. Oppure ti potrebbero dire che c’è un prezzo ai tuoi sabato in disco, i tuoi maledetti surgelati e le tue scarpe da jogging, ma soprattutto c’è un prezzo alla tua libertà di pensiero e questo prezzo è che non ti ascolta nessuno»
Incipit tratto da:

Incipit tratto da:
Titolo: Neppure quando è notte
Autore: Mario Desiati
Casa editrice: Perquod

Bibliografia Mario Desiati

Copertine di Neppure quando è notte di Mario Desiati
Quarta di copertina / Trama

“…Un giorno potrebbero derubarci del nostro cervello, del nostro pensiero. Potranno far sparire dai libri di letteratura Pasolini, Moravia, Parise, Fortini, Penna, Tondelli e Bellezza con qualche scusa del cazzo: tipo che sono stati comunisti magari, oppure froci ecco…
Spero che quel giorno non arrivi mai”.
(Perquod edizioni)

Indice cronologico opere Mario Desiati