Informativa


Barnaby Rudge – Charles Dickens

Incipit Barnaby Rudge

Nell’anno 1775, c’era ai margini della foresta di Epping, a circa dodici miglia da Londra – a partire dal Ceppo in Cornhill, o piuttosto dal luogo nel quale o accanto al quale il Ceppo era in passato – un albergo chiamato la Cuccagna ; il che era mostrato a tutti quei viaggiatori che non sapessero né leggere né scrivere (e sessantasei anni fa molta gente, sia che viaggiasse, sia che non viaggiasse, si trovava in questa condizione) dall’emblema innalzato sul ciglio della strada di fronte alla casa, emblema che, se non di quelle ragguardevoli proporzioni che gli alberi della cuccagna solevano presentare nei tempi andati, era tuttavia un bel frassino giovane, alto trenta piedi e più dritto di saetta mai scoccata da arciere inglese.

Incipit tratto da:

    • Titolo: Barnaby Rudge
    • Autore: Charles Dickens
    • Traduzione: Fernanda Pivano
    • Titolo originale: Barnaby Rudge
    • Casa editrice: Einaudi

Bibliografia Charles Dickens

Barnaby Rudge di Charles Dickens
Incipit Barnaby Rudge

In the year 1775, there stood upon the borders of Epping Forest, at a distance of about twelve miles from London — measuring from the Standard in Cornhill,’ or rather from the spot on or near to which the Standard used to be in days of yore — a house of public entertainment called the Maypole; which fact was demonstrated to all such travellers as could neither read nor write (and at that time a vast number both of travellers and stay-at-homes were in this condition) by the emblem reared on the roadside over against the house, which, if not of those goodly proportions that Maypoles were wont to present in olden times, was a fair young ash, thirty feet in height, and straight as any arrow that ever English yeoman drew.

Incipit tratto da:

  • Title: Barnaby Rudge
  • Author: Charles Dickens
  • Publisher: eBooks@Adelaide
  • Language: English

Quarta di copertina / Trama
Chi ha ucciso Reuben Haredale? Nella turbinosa vicenda di Barnaby Rudge emerge un solo vero protagonista: la folla, all’esplodere dei tumulti anticattolici di Londra del 1780. La folla che si lascia travolgere travolgendo tutto e tutti, animata dal furore cieco del fanatismo e dal desiderio di vendetta. E intorno un’eccezionale varietà di ambienti, personaggi e sentimenti: la trama di oscure relazioni che lega i destini degli aristocratici Haredale e Chester, nemici da sempre; la felicità semplice e ignara di Barnaby, l’idiota, piú saggio di molti suoi compagni di avventura, con gli affetti e gli entusiasmi, l’amore per la madre e il mistero che avvolge la figura del padre. La tragica violenza di Hugh e la ferocia legittimata di Dennis, il boia. Un’altalena di situazioni comiche, satiriche, drammatiche, affettuose e patetiche, macabre e truci, che nell’accuratezza della ricostruzione storica conduce il lettore attraverso orrori e redenzioni, dando vita a un grandioso affresco appassionante e commosso.
(Ed. Einaudi)

Bibliografia Charles Dickens