Se questo è un uomo – Primo Levi

Ero stato catturato dalla Milizia fascista il 13 dicembre 1943

Incipit Se questo è un uomo

Ero stato catturato dalla Milizia fascista il 13 dicembre 1943. Avevo ventiquattro anni, poco senno, nessuna esperienza, e una decisa propensione, favorita dal regime di segregazione a cui da quattro anni le leggi razziali mi avevano ridotto, a vivere in un mio mondo scarsamente reale, popolato da civili fantasmi cartesiani, da sincere amicizie maschili e da amicizie femminili esangui. Coltivavo un moderato e astratto senso di ribellione.

Incipit tratto da:
Titolo: Se questo è un uomo
Autore: Primo Levi
Casa editrice: Einaudi

Bibliografia Primo Levi

Copertine di Se questo è un uomo di Primo Levi
Quarta di copertina / Trama

Questo libro, in cui Primo Levi descrive l’anno trascorso nel campo di concentramento di Auschwitz, è uno dei più alti usciti dall’inferno dei Lager: una testimonianza sconvolgente e al tempo stesso un capolavoro letterario. È il libro della dignità e dell’abiezione dell’uomo di fronte agli spietati meccanismi dello sterminio di massa. La vicenda della moltitudine che non aveva più nome, ma solo un numero impresso col tatuaggio sul braccio sinistro, viene evocato senz’ombra di retorica, lasciando alla tremenda realtà di commentare se stessa.
Dal coro degli indimenticabili personaggi del libro si leva un messaggio morale e civile ancora tutto da meditare.
(Ed. Einaudi)

Indice cronologico opere Primo Levi