Il gruppo – Joseph O’Connor

Voglio raccontare di una persona

Incipit Il gruppo

Voglio raccontare di una persona che ho incontrato nell’ottobre del 1981, quando entrambi avevamo diciassette anni. Un ragazzo esasperante e affascinante e di un’intelligenza feroce, il miglior compagno che si possa immaginare per una giornata di indolenza e bisticci. Si chiamava Francis Mulvey.
Negli anni, su Fran sono state strombazzate tante sinfonie di imprecisione che mi scopro riluttante a contribuire allo schiamazzo. Biografie non autorizzate, un documentario, ritratti, fanzine, blog e newsgroup. Secondo mia figlia gira voce di un film sulla sua vita con l’attore thailandese Kiatkamol Lata nel ruolo di Fran, ma ho i miei dubbi che funzionerebbe. Lei si chiede chi potrebbe interpretare il ruolo del suo papà. Io le dico di lasciar perdere. Ora come ora Fran non mi vorrebbe nella sua storia. E non si fa mancare gli avvocati, l’ho imparato a mie spese.

Incipit tratto da:
Titolo: Il gruppo
Autore: Joseph O'Connor
Traduzione: Elisa Banfi
Titolo originale: The Thrill of it All
Casa editrice: Guanda

Bibliografia Joseph O’Connor

Copertine di Il gruppo di Joseph O'Connor

Incipit The Thrill of it All

Let me tell of someone I first saw in October 1981 when both of us were aged seventeen. An exasperating and charming and fiercely intelligent boy, the finest companion imaginable in a day of idleness and disputation. His name was Francis Mulvey.
So many symphonies of inaccuracy have been trumpeted about Fran down the years that I find myself reluctant to add to the chatter. Unauthorised biographies, a feature-length documentary, profiles and fanzines and blog sites and newsgroups. My daughter tells me there’s talk of a biopic movie with the Thai actor Kiatkamol Lata as Fran, but somehow I can’t see that working. She wonders who’d play her daddy. I tell her not to go there. Fran wouldn’t want me included in his story any more. And he’s lawyered-up good, as I know to my cost.

Incipit tratto da:
Title: The Thrill of it All
Author: Joseph O'Connor
Publisher: Vintage
Language: English
Quarta di copertina / Trama

A Luton, cittadina industriale a cinquanta chilometri da Londra, Robbie Goulding e Fran Mulvey si conoscono al college e tra loro nasce una di quelle amicizie totalizzanti che segnano la vita. Robbie, di origine irlandese, viene da una famiglia lacerata da un terribile dolore; Fran, orfano vietnamita dall’infanzia travagliata, è un ragazzo ombroso e carismatico che gioca con la sua ambiguità anche sessuale. Quello che li accomuna è soprattutto la passione per la chitarra e la tendenza a vedere il mondo come un oceano di canzoni. È l’inizio degli anni Ottanta, e i modelli di riferimento sono David Bowie, Morrissey, i Velvet Underground. Insieme Robbie e Fran fondano un gruppo a cui si uniscono due gemelli di grande talento: la bella violoncellista Trez – l’amore segreto e irraggiungibile di Robbie – e suo fratello Seán, divertente e solare, alla batteria. Si chiameranno The Ships. In una vicenda che copre venticinque anni di musica e amicizia, allontanamenti e successi, il loro percorso è quello tipico delle rock band: droghe, trasgressioni e vita da strada, incontri con star del calibro di Patti Smith o Elvis Costello, le desolate periferie inglesi, la bohème dell’East Village newyorkese, i concerti all’Hollywood Bowl, fino a un’ultima magica notte a Dublino.
Un romanzo profondo e appassionato, che resta nella testa e nel cuore, come una canzone che non si lascia dimenticare.
(Ed. Guanda)

Indice cronologico opere Joseph O’Connor