Pantaleón e le visitatrici – Mario Vargas Llosa

Sveglia, Parata, – dice Pochita.

Incipit Pantaleón e le visitatrici

Sveglia, Parata, – dice Pochita. – Sono già le otto. Patita, Pantita.
Già le otto? Accidenti, che sonno ho, – sbadiglia Pantita. – Mi hai cucito il gallone?
Signorsì, tenente, – si mette sull’attenti Pochita. – Oh, scusa, capitano. Finché non mi abituo continuerai a essere un tenentino, amore. Si, fatto, è splendido. Ma alzati una buona volta. Il tuo appuntamento non è alle?
Alle nove, sì, – si insapona Pantita. – Dove ci manderanno, Pocha? Passami l’asciugamano, per favore. Tu dove credi, tesoro?
Qui, a Lima, – contempla il cielo grigio, i balconi, le macchine, i passanti Pochita. – Ah, mi viene l’acquolina in bocca: Lima, Lima, Lima.
Te lo sogni, Lima mai, che speranze, – si guarda nello specchio, si annoda la cravatta Panta. – Se fosse almeno una città come Trujillo o Tacna, sarei già felice.

Incipit tratto da:
Titolo: Pantaleón e le visitatrici
Autore: Mario Vargas Llosa
Traduzione: Angelo Morino
Titolo originale: Pantaleón y las visitadoras
Casa editrice: Einaudi

Bibliografia Mario Vargas Llosa

Copertine di Pantaleón e le visitatrici di Mario Vargas Llosa

Incipit Pantaleón y las visitadoras

—Despierta, Panta —dice Pochita—. Ya son las ocho. Panta, Pantita.
—¿Las ocho ya? Caramba, qué sueño tengo —bosteza Pantita—. ¿Me cosiste mi galón?
—Sí, mi teniente —se cuadra Pochita—. Uy, perdón, mi capitán. Hasta que me acostumbre vas a seguir de tenientito, amor. Sí, ya, se ve regio. Pero levántate de una vez, ¿tu cita no es a?
—Las nueve, sí —se jabona Pantita—. ¿Dónde nos mandarán, Pocha? Pásame la toalla, por favor. ¿Dónde se te ocurre, chola?
—Aquí, a Lima —contempla el cielo gris, las azoteas, los autos, los transeúntes Pochita—. Uy, se me hace agua la boca: Lima, Lima, Lima.
—No sueñes, Lima nunca, qué esperanza —se mira en el espejo, se anuda la corbata Panta—. Si al menos fuera una ciudad como Trujillo o Tacna, me sentiría feliz.

Incipit tratto da:
Título : Pantaleón y las visitadoras
Autor : Mario Vargas Llosa
Editor : Aleaguara
Lengua : Español
Quarta di copertina / Trama

Dalle guarnigioni sparse nella giungla amazzonica, affogata nella sua umida e sensuale calura, giunge un grido d’allarme: la truppa si abbandona allo stupro. Gli alti comandi decidono di rimediare istituendo un servizio di «soddisfazione della carne»: le visitatrici, discrete presenze finanziate dall’esercito. Il capitano Pantaleón, scrupoloso esecutore di ordini, è incaricato della missione. E il Servizio delle visitatrici diventa il congegno piú efficiente di tutto l’esercito peruviano… Uscito nel 1973, divenuto un film nel 1975, pubblicato in Italia nel 1987, Pantaleón e le visitatrici ha la vis di una macchina comica e la logica perfetta di un poema epico. Un romanzo che immerge il lettore in un paesaggio esotico ma familiare e che riesce a mostrare, fra le pieghe dello scherzo, il ghigno della violenza, dell’arbitrio, l’intrinseca insensatezza di un mondo «totalitariamente amministrato».
(Ed. Einaudi)

Indice cronologico opere Mario Vargas Llosa

Da questo romanzo il film Pantaleón e le visitatrici per la regia di Francisco J. Lombardi (Spagna – Perù 2000)

Locandina Pantaleón e le visitatrici