Informativa


L’animale morente – Philip Roth

Incipit L’animale morente

L’ho conosciuta Otto anni fa. Frequentava il mio corso. Io non insegno più a tempo pieno, e se volessi essere preciso dovrei dire che non insegno letteratura: già da molti anni tengo un solo corso, un grande seminario di critica letteraria, per i laureandi, che ho chiamato Practical Criticism. Le mie lezioni attirano un mucchio di studentesse. Per due ragioni. Perché l’argomento presenta un’allettante combinazione di glamour intellettuale e glamour giornalistico; e perché le ragazze mi hanno sentito recensire libri alla radio o visto parlare di cultura alla televisione. Negli ultimi quindici anni fare il critico culturale in un programma televisivo mi ha reso piuttosto popolare, localmente, e per questo il mio corso attira le ragazze. Nei primi tempi non mi ero reso conto che parlare alla Tv per dieci minuti una volta la settimana potesse fare l’effetto che fa a queste studentesse. Ma le ragazze sono irrimediabilmente attratte dalla celebrità, per insignificante che possa essere la mia.

Incipit tratto da:

L’animale morente di Philip Roth

Incipit The Dying Animal

I knew her eight years ago. She was in my class. I don”t teach full-time anymore, strictly speaking don”t teach literature at all-for years now just the one class, a big senior seminar in critical writing called Practical Criticism. I attract a lot of female students. For two reasons. Because it”s a subject with an alluring combination of intellectual glamour and journalistic glamour and because they”ve heard me on NPR reviewing books or seen me on Thirteen talking about culture. Over the past fifteen years, being cultural critic on the television program has made me fairly well known locally, and they”re attracted to my class because of that. In the beginning, I didn”t realize that talking on TV once a week for ten minutes could be so impressive as it turns out to be to these students. But they are helplessly drawn to celebrity, however
inconsiderable mine may be.

Incipit tratto da:

  • Title: The Dying Animal
  • Author: Philip Roth
  • Publisher: Vintage
  • Language: English

Quarta di copertina / Trama
Quando la rivoluzione sessuale degli anni Sessanta ha bussato alla sua porta, David Kepesh l’ha accolta con entusiasmo, trasformandola nel momento di verità della propria vita. Da allora ha giurato a se stesso che non avrebbe mai più avuto una relazione stabile con una donna, e per trent’anni ha mantenuto fede al proposito, conducendo l’esistenza dell’«uomo emancipato». Ma un giorno, nell’aula del suo corso di critica letteraria all’università, entra Consuela Castillo, ventiquattrenne di una bellezza conturbante, che scatena il desiderio e la gelosia del maturo professore.
«Forse, ora che mi sto avvicinando alla morte, anch’io segretamente desidero non essere libero», pensa Kepesh, ma non immagina quale sarà lo svolgimento tormentato della sua relazione con Consuela, e soprattutto il suo epilogo tragico. E poiché non può fare a meno di interrogarsi sulla propria vita e sul mondo, e non può fare a meno di spiegare agli altri le proprie convinzioni («la didattica è il mio destino»), tanto più doloroso è dover ammettere di essere in preda a una forza nuova che lo sta trascinando verso l’abisso.
Dopo aver concluso con La macchia umana la trilogia sull’America del dopoguerra, Philip Roth conferma il suo momento di grazia con un romanzo di eccezionale intensità, dove i temi intrecciati dell’eros e della morte trovano un nuovo sviluppo tra i sogni della liberazione sessuale e l’immutata fragilità degli esseri umani.
(Ed. Einaudi; SuperCoralli)

Bibliografia Philip Roth

Da questo romanzo il film Lezioni d’amore (Elegy) per la regia di Isabel Coixet (2008)

Locandina Lezioni d’amore

Lascia un commento

*
To prove that you're not a bot, enter this code
Anti-Spam Image