Informativa


Calliphora – Patricia Cornwell

Incipit Calliphora

La dottoressa Kay Scarpetta sposta verso la luce di una candela la provetta di vetro e osserva la larva che galleggia nell’etanolo.
Capisce immediatamente a che stadio della metamorfosi è l’esemplare biancastro, non più grande di un chicco di riso. Se non fosse morto, si sarebbe trasformato in una Calliphora vicina, una mosca dalle sfumature verde bottiglia, e avrebbe presumibilmente deposto le uova nella bocca o negli occhi di un cadavere, oppure nella maleodorante ferita di un vivo. “Molte grazie” dice Kay Scarpetta passando in rassegna con lo sguardo i quattordici poliziotti e tecnici della Scientifica che hanno appena concluso il corso della National Forensic Academy, anno 2003. Il suo sguardo si sofferma sulla faccia innocente di Nic Robilard. “Non so chi si sia preso la briga di raccogliere questo esemplare in posti che è meglio non nominare, visto che siamo a tavola, e di conservarlo per me, ma… ”
Tutti la guardano perplessi. Qualcuno alza le spalle.
“Devo dire che è la prima volta che qualcuno mi regala una larva.”

Incipit tratto da:

    • Titolo: Calliphora
    • Autrice: Patricia Cornwell
    • Traduzione: Annamaria Biavasco
    • Titolo originale: Blow Fly
    • Casa editrice: Mondadori

Bibliografia Patricia Cornwell

Calliphora di Patricia Cornwell
Incipit Blow Fly

Dr. Kay Scarpetta moves the tiny glass vial close to candlelight, illuminating a maggot drifting in a poisonous bath of ethanol.
At a glance, she knows the exact stage of metamorphosis before the creamy carcass, no larger than a grain of rice, was preserved in a specimen vessel fitted with a black screw cap. Had the larva lived, it would have matured into a bluebottle Calliphora vicina, a blow fly. It might have laid its eggs in a dead human body’s mouth or eyes, or in a living person’s malodorous wounds.
“Thank you very much,” Scarpetta says, looking around the table at the fourteen cops and crime-scene technicians of the National Forensic Academy’s class of 2003. Her eyes linger on Nic Robillard’s innocent face. “I don’t know who collected this from a location best not to contemplate at the dinner table, and preserved it with me in mind . . . but . . .”
Blank looks and shrugs.
“I have to say that this is the first time I’ve been given a maggot as a gift.”

Incipit tratto da:

Quarta di copertina / Trama
Nonostante gli sforzi, è impossibile per Kay Scarpetta dimenticare il disordinato, incessante movimento delle mosche necrofaghe Calliphora su un cadavere. Ora intorno a lei avvengono di nuovo fatti inquietanti, collegati forse alla sparizione di numerose giovani donne. Nel frattempo Jean-Baptiste Chandonne, il feroce “lupo mannaro” in attesa dell’esecuzione capitale, chiede di parlare con Kay Scarpetta per rivelarle informazioni di vitale importanza sul clan Chandonne e sui suoi criminosi legami internazionali. Per Kay è come essere ancora travolta dall’incubo, prigioniera di un cerchio malefico che sembra stringersi spietatamente intorno a lei e alle persone più care.
(Ed. Mondadori; Oscar BestSellers)

Bibliografia Patricia Cornwell

Lascia un commento

*
To prove that you're not a bot, enter this code
Anti-Spam Image