Informativa


Un cuore di troppo – Aldo Busi

Incipit Un cuore di troppo

La lezione, gli insegnamenti che incidono indelebili nel tuo carattere… che, data l’età avanzata e le poche novità nel sentimento dell’esistenza, credi ormai inalterabile come una roccia in una teca… e che danno una vera svolta al tuo modo di pensare, di sentirti, e di concepire le tue esperienze e tanto più tue quanto più sai di averle prese in affitto dagli altri… per esempio dal Monte di Pietà dell’amore che usuri… ti cadono in testa senza che te l’aspetti.

Incipit tratto da:

    • Titolo: Un cuore di troppo
    • Autore: Aldo Busi
    • Casa editrice: Mondadori

Bibliografia Aldo Busi

Un cuore di troppo di Aldo Busi

Quarta di copertina / Trama
Da un ottobre all’altro, non cambia quasi lo scenario del Centro Antistress dove uomini e industriali e donne in cerca di mezze emozioni vengono per recuperare il sonno perduto. Qui tutti sono la fotocopia di tutti gli altri e nessuno si sognerebbe mai di raccogliere i grossi, lucidi, appetitosi marroni che, un ottobre dopo l’altro, rimangono a marcire nel sottobosco.
Qui però, proprio qui, un uomo si è innamorato di un uomo sposato e proprio qui racconta a un altro uomo la sua passione e la sua delusione. Come il primo era l’uomo più sbagliato di cui innamorarsi, il secondo è il più sbagliato a cui raccontare una storia d’amore, o anche di non amore: per lui è uguale, per lui è l’intera faccenda che non può riguardare nessun uomo reale, e non perché possa esserci o non esserci del sesso tra due maschi, ma perché nella realtà dei maschi non c’è posto per sentimenti come quelli che il fiducioso e incauto confidente pensa di aver avuto e insiste ancora a pensare di avere. Intorno, come sempre nei romanzi di Busi, rifulgono brillanti personaggi di donne, mogli e amanti e figlie e segretarie che sanno, sanno tutto anche quando fingono di non sapere niente dei presunti segreti degli uomini e continuano a fingere anche quando non vorrebbero più ma è troppo tardi sia per la realtà sia per tutti quei ricci di castagna persi nel sottobosco.
(Ed. mondadori: Oscar Scrittori Moderni)

Bibliografia Aldo Busi

Lascia un commento

*
To prove that you're not a bot, enter this code
Anti-Spam Image