Emmaus – Alessandro Baricco

Incipit Emmaus

La spider rossa fece un’inversione e accostò davanti al ragazzo. L’uomo alla guida manovrava con molta calma, e sembrava non avere fretta, né pensieri. Portava un berretto elegante, la macchina era scoperta. Si fermò e, con un sorriso ben fatto, disse al ragazzo Hai visto Andre?
Andre era una ragazza.
Il ragazzo capì male, capì che l’uomo voleva sapere se l’aveva vista in generale, nella vita – se aveva visto che meraviglia che era. “Hai visto Andre?” Come una cosa tra uomini.
Così il ragazzo rispose Sì.
E dove?, chiese l’uomo.
Dato che l’uomo continuava ad avere una specie di sorriso, il ragazzo continuò a capire le domande in modo sbagliato. Così rispose Dovunque. Poi gli venne in mente di essere più preciso, e aggiunse Da lontano.

Incipit tratto da:

    • Titolo: Emmaus
    • Autore: Alessandro Baricco
    • Casa editrice: Mondolibri su licenza Feltrinelli

Bibliografia di Alessandro Baricco

Emmaus di Alessandro Baricco

Quarta di copertina
“Abbiamo tutti sedici, diciassette anni – ma senza saperlo veramente, è l’unica età che possiamo immaginare: a stento sappiamo il passato”.
Di Emmaus Domenico Starnone ha scritto: “Un libro su com’è difficile vedere davvero, in tutti i tempi e in questo nostro tempo.”
(Ed. Feltrinelli; I Narratori)

Bibliografia di Alessandro Baricco