L’età dell’oro – Edoardo Nesi

Incipit L’età dell’oro

-Ivo, io… Non è stata una buona idea venire qui.
-Invece sì.
-No, io non mi sento a mio agio, via. Smettila, per piacere.
-Ma perché?
-La mia piscina di notte non è il posto adatto? Hai paura che ti guardino le stelle del cielo, bambina? Che ti spii l’Orsa Maggiore?
-No,ma…
-Ma cosa?
-Ma scusa, Ivo, io credevo che si andasse a casa tua…
-Perché, non ti piace qui?
-Sì, non è questo…
-E allora?
-È che siamo… Insomma, non siamo soli, ecco…
-Come, non siamo soli?
-Ma scusa, Ivo, ci sono gli operai…
-Macché operai…
-Ma come no…

Incipit tratto da:

    • Titolo: L’età dell’oro
    • Autore: Edoardo Nesi
    • Casa editrice: Bompiani

Bibliografia Edoardo Nesi

Copertina di L’età dell’oro di Edoardo Nesi

Quarta di copertina / Trama

Siamo nel 2010, e il miracolo italiano non è che un ricordo crudele. Sullo sfondo della disastrosa rovina della piccola industria italiana, spentasi rapidamente e in silenzio nel disinteresse di una nazione senza più anima, Ivo Barrocciai, industriale tessile fallito, viene aggredito dalla notizia di essere ormai preda di un male incurabile e silenzioso, e invece di lasciarsi morire a poco a poco come morì la sua “ditta”, si lancia pieno di entusiasmo nell’ultima impresa della sua vita: usare le tecniche di fecondazione artificiale per avere un figlio da Caterina, una ragazza di bellezza formidabile rinchiusa in una clinica psichiatrica dopo essere diventata, suo malgrado, una specie di pornostar internettiana quando il suo ragazzo mise in rete i loro incontri amorosi, dopo essere stato lasciato.
La ricerca del perduto ma “gagliardo sperma di cinquantenne” di Ivo si dipana in un mosaico di vertiginose sovrapposizioni temporali, ricordi e flashback, in cui si ripercorrono le tempestose vicende sentimentali della sua giovinezza, i trionfi e le débâcle dell’età matura, l’ascesa travolgente e il declino inesorabile della “ditta” fondata dal padre, mentre la sua storia personale si eleva a metafora del fallimento delle speranze degli italiani, prima illusi e poi traditi da uno sviluppo industriale tanto vertiginoso quanto irrazionale.
Comico e lirico, il romanzo di Edoardo Nesi è il viaggio nella coscienza di un personaggio indimenticabile, perdutamente innamorato della vita e delle belle donne: il racconto degli ultimi giorni di un antieroe moderno in cui si rincorrono gli eco della perduta Età dell’Oro e un presente nel quale è impossibile riconoscersi, se non per apprezzarne gli ultimi sussulti di bellezza e felicità.
(Ed. Bompiani; Tascabili Narrativa)

Indice cronologico opere Edoardo Nesi