Informativa


Fatale – Jean-Patrick Manchette

Incipit Fatale

I cacciatori erano sei. Perlopiù sulla cinquantina e oltre, a parte due giovani dall’aria beffarda. Indossavano camicie a quadri, gilè di montone, soprabiti di tela impermeabile color kaki, scarpe più o meno alte e berretti. Uno dei giovani piuttosto magro, così come uno dei cinquantenni, un farmacista con occhiali e capelli bianchi a spazzola. Tutti glia altri erano panciuti e sanguigni, soprattutto Roucart. Avevano fucili a due e tre colpi, caricati a pallettoni, buoni per la caccia ai volatili. Avevano tre cani, due bracchi e un setter gordon. Da qualche parte a nord-est dovevano esserci altri cacciatori perché si sentì un colpo, poi un altro, a un chilometro e mezzo di distanza.

Incipit tratto da:

  • Titolo: Fatale
  • Autore: Jean-Patrick Manchette
  • Traduzione: Gualtiero De Marinis
  • Titolo originale: Fatale
  • Casa editrice: Einaudi

Bibliografia di Jean-Patrick Manchette

Fatale di Jean-Patrick Manchette

Quarta di copertina / Trama
Capolavoro di Manchette, Fatale è la storia di un’assassina professionista e di un contratto fuori del comune. Il suo progetto è infiltrarsi, far esplodere le contraddizioni, uccidere, prendere il denaro, cambiare territorio. Ma, come al solito in Manchette, l’intreccio dei fatti è solo un’impalcatura funzionale al mondo che va a raccontare. Ecco quindi Bléville, cittadina di provincia in cui regna la borghesia opulenta e non lontana nel suo intreccio di corruzione e ipocrisia dagli inferi californiani di Dashiell Hammett.
E Bléville merita di essere distrutta. In attesa che l’evento si compia, l’affascinante Aimée si muove determinata e senza la minima partecipazione emotiva come una macchina assassina. Il suo cuore è freddo, oggettivo come la scrittura di Manchette, la sua coscienza apparentemente assente. Esegue la sua opera con metodo. Altri la seguiranno in questo sporco lavoro con eguale dedizione. Tutti dediti al nulla di una causa che non ha bisogno di spiegazioni, solo di sangue.
(Ed. Einaudi; Stile Libero Noir)

Bibliografia di Jean-Patrick Manchette

Lascia un commento

*
To prove that you're not a bot, enter this code
Anti-Spam Image