Fatti e misfatti – Piero Chiara

Incipit Fatti e misfatti

Mia madre nacque nel mese di settembre dell’anno 1879, in un villaggi sopra la riva piemontese del Lago Maggiore. Figlia di contadini che avevano terra bastante per una sola famiglia, vide i fratelli andarsene uno dopo l’altro a cercare fortuna nelle città di pianura, dove finivano col prendere moglie e impiantare qualche commercio. Cominciavano come garzoni, poi aprivano negozi o magazzini propri coi soldi che il padre raggranellava di vendemmia in vendemmia e coi pochi marenghi che le mogli portavano in dote.
(La grande illusione di mia madre)

Incipit tratto da:

    • Titolo: Fatti e misfatti
    • Autore: Piero Chiara
    • Casa editrice: Mondadori

Bibliografia Piero Chiara

Fatti e misfatti di Piero Chiara

Quarta di copertina / Trama
Sempre attento a trarre spunto, per i suoi romanzi e suoi racconti, dai “fatti” che lo hanno visto protagonista o, per lo men, testimone diretto, Piero Chiara non poteva certo trascurare, nella sua personale ricerca del tempo perduto, le esperienze piccole e grandi, che, come tutti, ha compiuto da bambino e da ragazzo, nell’infanzia e nell’adolescenza. Era là, a suo dire, in quegli anni «né beati né tristi», che aveva cominciato a guardarsi intorno e a conoscere le cose del mondo e, quindi, non poteva non ritornare là, con la memoria, e non poteva non recuperare i “fatti” e soprattutto i “misfatti” di quegli anni per farli oggetto delle sue storie.
… Per salvarsi dai guai della malinconia e dai facili rimpianti, e per rendere gradevole al lettore il recupero dei favolosi tesori della sua memoria, Chiara rivede tutto, “fatti” e “misfatti”, situazioni e personaggi, attraverso il filtro di una disincantata ironia che senza escludere la commossa partecipazione, al momento giusto fa scattare negli occhi del lettore il brillio di un sorriso. Di un sorriso, si badi, perché Chiara non si permetterebbe mai di far ridere il lettore alle spalle di un bambino, fosse anche, quel bambino, egli stesso: troppo affettuoso, infatti è il rispetto che gli porta.
Dalla presentazione di Federico Roncoroni
(Ed. Mondadori; Varia)

Bibliografia Piero Chiara