Firmino – Sam Savage

Incipit Firmino

Avevo sempre immaginato che la storia della mia vita, se un giorno l’avessi mai scritta, sarebbe cominciata con un capoverso memorabile: lirico come il «Lolita, luce della mia vita, fuoco dei miei lombi» di Nabokov o, se non altro, di grande respiro come il tolstoiano: «Tutte le famiglie felici si assomigliano fra loro, ogni famiglia infelice è infelice a suo modo». La gente ricorda espressioni del genere anche quando del libro ha dimenticato tutto il resto. Comunque, a proposito di incipit, il migliore a mio avviso non può che ritenersi quello del Buon soldato di Ford Madox Ford: «Questa è la storia più triste che abbia mai sentito». L’ho letto decine di volte, ma ancora mi lascia di stucco. Ford Madox Ford è stato Un Grande.

Incipit tratto da:

  • Titolo: Firmino: Avventure di un parassita metropolitano di Sam Savage
  • Autore: Sam Savage
  • Traduzione: Evelina Santangelo
  • Titolo originale: Firmin: Adventures of A Metropolitan Lowlife
  • Casa editrice: Einaudi
  • Bibliografia Sam Savage

Incipit Firmin

I had always imagined that my life story, if and when I wrote it, would have a great first line: something lyric like Nabokov’s “Lolita, light of my life, fire of my loins”; or if I could not do lyric, then something sweeping like Tolstoy’s “All happy families are alike, but every unhappy family is unhappy in its own way.” People remember those words even when they have forgotten everything else about the books. When it comes to openers, though, the best in my view has to be the beginning of Ford Madox Ford’s The Good Soldier: “This is the saddest story I have ever heard.” I’ve read that one dozens of times and it still knocks my socks off. Ford Madox Ford was a Big One.

Incipit tratto da:

  • Title: Firmin: Adventures of A Metropolitan Lowlife
  • Author: Sam Savage
  • Publisher: Coffee House Press
  • Language: English
  • Bibliografia Sam Savage

Firmino - Sam Savage