Fuori – Susanna Tamaro

Incipit Fuori

Nabila non ricordava di aver vissuto un giorno solo senza la paura del buio. I suoi fratelli l’avevano sempre presa in giro per questo, appena c’era un po’ d’oscurità, da dietro le pizzicavano un braccio o la schiena, oppure nascosti in un angolo miagolavano come gatti selvatici, poi balzavano fuori gridando: “Ecco il mostro, ecco il demone triturasabbia nei denti”.

Incipit tratto da:

Bibliografia Susanna Tamaro

Fuori di Susanna Tamaro

Quarta di copertina / Trama

Sulla linea tracciata da “Per voce sola” e “Rispondimi”, Susanna Tamaro, in questo libro, affonda la lama della sua scrittura in storie senza salvezza, senza via d’uscita. L’incalzare del ritmo di questi quattro racconti lunghi è modulato sul tema dell’emarginazione, della separazione, del difficile dialogo tra culture diverse che si risolve sempre in uno scontro crudele. Storie senza scampo, prive del respiro di una luce.
(Ed. Bompiani; Fiction)

Indice cronologico opere Susanna Tamaro