Informativa


Giocatori – Don DeLillo

Incipit Giocatori

Qualcuno dice: “Motel. Mi piacciono i motel. Vorrei possederne una catena su scala mondiale. Vorrei spostarmi da uno all’altro. Una cosa in cui ci si potrebbe sentire realizzati”.
Le luci della cabina dell’aereo si abbassano. Per un attimo tutti, nel piano bar restano immobili. Come se per la prima volta fossero consapevoli davvero di quanti sistemi meccanici ed elettrici, di quale equilibrio di forze tensive, di generatori, di spinte e di energia siano stati necessari per ridurre la loro percezione di volare a questo semplice e primitivo rullio. Fuori dagli oblò è evaporata l’ultima sfumatura del tramonto.

Incipit tratto da:

    • Titolo: Giocatori
    • Autore: Don DeLillo
    • Traduzione: Maria Teresa Marenco
    • Titolo originale: Players
    • Casa editrice: Einaudi

Bibliografia Don DeLillo

Giocatori di Don DeLillo

Incipit Players

Someone says: “Motels. I like motels. I wish I owned a chain, worldwide. I’d like to go from one to another to another. There’s something self-realizing about that.
The lights inside the aircraft go dim. In the piano bar everyone is momentarily still. It’s as though they’re realizing for the first time how many systems of mechanical and electric components, what exact management of stresses, power units, consolidated thrust and energy it has taken to reduce their sensation of flight to this rudimentary tremble. Beyond the windows not a nuance of sunset remains.

Incipit tratto da:

  • Title: Players
  • Author: Don DeLillo
  • Publisher: Vintage
  • Language: English

Quarta di copertina / Trama
Lyle, agente di cambio, e sua moglie Pammy sembrano una coppia in apparenza soddisfatta e felice. In realtà sono due newyorkesi annoiati dal lavoro e dalla vita coniugale. A loro non basta vivere una sola vita: Pammy parte per il Maine insieme a una coppia di omosessuali e diventa l’amante di uno dei due, mentre Lyle avvia una relazione con una misteriosa segretaria e si ritrova doppio agente tra FBI e una cellula terrorista; si sviluppano così, come dice lo stesso autore, «due trame segrete».
Un libro che evoca i rischi di catastrofe annidati nella quotidianità, l’attrazione esercitata dalle organizzazioni segrete e l’incombere di dimensioni tecnologiche che spiazzano la personalità.
(Ed. Einaudi; ET Scrittori)

Bibliografia Don DeLillo

Lascia un commento

*
To prove that you're not a bot, enter this code
Anti-Spam Image