Grazie – Daniel Pennac

Incipit Grazie

Siamo a teatro, noi in platea, lui sul palcoscenico.
Quando si alza il sipario lui è di schiena, in controluce, di fronte a un’altra sala dirimpetto a noi che lo applaude fragorosamente. Lo vediamo profilarsi come un’ombra cinese nell’alone abbagliante dei riflettori e ringraziare l’altra sala che lo acclama.
Grida:
– Grazie!

Incipit tratto da:
Titolo: Grazie
Autore: Daniel Pennac
Traduzione: Yasmina Melaouah
Titolo originale: Merci
Casa editrice: Feltrinelli

Bibliografia Daniel Pennac

Copertine di Grazie di Daniel Pennac

Incipit Merci

Nous sommes au théâtre, lui sur la scène, nous dans la salle.
Quand le rideau s’ouvre, il apparaît, de dos, à contre-jour, face à une salle qui nous fait vis-à-vis et qui l’applaudit à tout rompre. On le voit, ombre chinoise découpée dans le halo éblouissant des projecteurs.
Il remercie l’autre salle qui l’ovationne.
Il crie:
-Merci!

Incipit tratto da:
Titre: Merci
Auteur: Daniel Pennac
Editeur: Gallimard
Langue: Français
Quarta di copertina / Trama

Ringraziare è difficile. Mette in discussione certezze. Muove gli affetti. Apre la memoria.Soprattutto quando si è scrittore che una giuria ha premiato “per l’insieme della sua opera”. La formula del ringraziamento ha delle regole, ci dice il nostro personaggio-autore, e puntualemente ne fa un grottesco elenco. Passando dallo scoramento al furore si lascia visitare dal dubbio (che senso hanno i grazie in un mondo che storpia le emozioni in
spettacolo?) e risale, in una sorta di delirio della memoria, all’odio rimosso per il maestro di scuola, origine della sua ribellione contro il conformismo. Solo la scrittura, e solo i lettori l’hanno liberato dai cattivi maestri.
Brillante, ironico, coinvolgente, Grazie è, di fatto, un vibrante omaggio di Daniel Pennac ai suoi lettori, ma a questo bell’inchino
simbolico l’autore arriva disegnando una figura nevrotica, contorta, esilarante di un uomo confuso. Di un uomo al bivio. Scritto per il teatro, Grazie è un testo che si lascia leggere come un monologo brioso, pieno di scatti di intelligenza e di umorismo.
(Ed. Feltrinelli; Super UE)

Cronologia opere Daniel Pennac