La grammatica di Dio – Stefano Benni

Improvvisamente, un giorno, il signor Remo iniziò a odiare il suo cane.

Incipit La grammatica di Dio

Improvvisamente, un giorno, il signor Remo iniziò a odiare il suo cane.
Non era un uomo cattivo. Ma qualcosa si era rotto dentro di lui quando era rimasto vedovo. Aveva perso la moglie e gli era restato il cane, un botole salcicciometiccio, grasso e nerastro, con orecchioni da pipistrello. Si chiamava Bum, ovvero Boomerang, perché riportava indietro qualsiasi cosa gli tirassero, con prontezza e perseveranza.

Incipit tratto da:
Titolo: La grammatica di Dio
Autore: Stefano Benni
Casa editrice: Feltrinelli

Bibliografia di Stefano Benni

Copertine di La grammatica di Dio di Stefano Benni
Quarta di copertina

Nella notte, quasi nel delirio, il signor Remo di destava e vedeva gli occhi spalancati e amorevoli del cane, e le lunghe orecchie dritte come antenne. E sembrava dire: Anche la morte morderò, padrone mio, se si avvicina a te. Nell’anima ormai riarsa del signor Remo, l’odio per quell’amore smisurato crebbe…
(Ed. Feltrinelli; I Narratori)

Cronologia opere di Stefano Benni