Un gran mare di gente – Giovanni Arpino

Guardava dalla finestra il cortile dell’ospedale, pietrificato nel sole.

Incipit Un gran mare di gente

Guardava dalla finestra il cortile dell’ospedale, pietrificato nel sole. Al fondo, oltre la misera lista d’erba resa bronzea dalla calura cittadina, si sfacevano come bollenti macchie di vernice alcune donnacole. I loro vestiti avvampavano, le gambe doloranti cercavano di continuo nuovi punti d’equilibrio, pericolando su scarpe e tacchi difficili.
Era perfino sofferenza il rimirarle, ma non per lui, abituato da decenni al via vai di quelle poverette, sempre esagitate e sospettose in giardino o per i corridoi del reparto dermosifilopatico, di cui era direttore.

Incipit tratto da:
Titolo: Un gran mare di gente
Autore: Giovanni Arpino
Casa editrice: Club del Libro

Bibliografia Giovanni Arpino

Un gran mare di gente di Giovanni Arpino
Quarta di copertina / Trama

In questo breve volume, per la prima volta, tutte le storie “brevi”, edite e inedite scritte da Giovanni Arpino nell’arco di trent’anni.
Storie fantastiche, Storie quotidiane, Diario bestiario, sono tra le tre sezioni in cui si articola il libro; una girandola coloratissima di idee e di sensazioni, una mappa inesauribile di tipi e di situazioni, di uomini e di bestie che giocano a scambiarsi bizzarramente i ruoli, di realtà che diventa fantasia e di immaginazioni incredibilmente verosimili.
Un libro a tutto pieno, imprevedibile e ricco ad ogni pagina.
(Ed. Club del Libro)

Indice cronologico opere Giovanni Arpino