Indagine non autorizzata – Carlo Lucarelli

C’era odore di pane nell’aria

Incipit Indagine non autorizzata

C’era odore di pane nell’aria, caldo e croccante, cosi intenso che copriva il sapore salato della brezza fresca che soffiava dal mare. Lo stomaco di Piscitello gorgogliò così forte che uno dei due cani che teneva al guinzaglio voltò la testa sul collare, guardandolo con quegli occhi rotondi e lucidi, da bambola e un angolo di lingua rosa tra i denti appuntiti.
Che bestie stupide, pensò Piscitello e che abitudine idiota quella di portarle fuori all’alba, tutti i giorni, a fare i bisognini, come diceva la moglie del comandante, donna stupida anche lei come i suoi cani, con gli stessi occhi lucidi e rotondi. Che però restava a letto, la mattina.

Incipit tratto da:
Titolo: Indagine non autorizzata
Autore: Carlo Lucarelli
Casa editrice: Hobby & Work

Bibliografia Carlo Lucarelli

Copertine di Indagine non autorizzata di Carlo Lucarelli
Quarta copertina/ Trama

Riccione, 1936. Nei dintorni dell’Hotel Des Bains, dove Mussolini passa le vacanze con donna Rachele e la famiglia, viene trovato assassinata una mondana. L’omicidio, che minaccia di turbare la quiete del Duce, getta nel panico la Questura riminese: i polizziotti si impegnano freneticamente nelle indagini e in poche ore arrestano il presunto colpevole. Il caso sembra chiuso, con gran sollievo della Questura, ma all’ispettore Marino, borghesse piccolo piccole e funzionario zelante, qualcosa non quadra… Sarà un’indagine non autorizzata, sul filo del rasoio, che porterà Marino a diretto contatto con l’entourage del Duce, tra gerarchi e giovani rampanti del Partito, eroi dell’Abissinia, dive dei Telefoni bianchi; come pure tra gli ex squadristi della malavita, della prostituzione e dalla cocaina…
(Ed.Hobby & work; Giallo & nero)

Indice cronologico opere Carlo Lucarelli