Ksenia: Le vendicatrici – Massimo Carlotto e Marco Videtta

Incipit Ksenia: Le vendicatrici

Si sfilò la scarpa, chiuse gli occhi e fece scorrere la punta del piede sul parquet per saggiarne l’elasticità. Un gesto aggraziato che aveva ripetuto mille volte in allenamento e prima delle gare. Suo nonno le aveva insegnato che quello era l’unico modo per capire se il legno era di qualità. Soddisfatta, si liberò anche dell’altra scarpa. Fletté le gambe, appoggiò le mani a terra e rotolò su sé stessa per ritrovarsi in piedi, schiena arcuata e braccia tese all’indietro. Un’uscita perfetta, da punteggio massimo. La «ribaltata» le riusciva ancora bene.
Si tolse il soprabito che Lello le aveva comprato in un bel negozio di un aeroporto dove avevano fatto scalo, lo distese con cura sopra una sedia e riprese a visitare l’appartamento. I pensieri si affastellavano confusi e veloci. Nessuna casa in cui aveva abitato era paragonabile a quell’appartamento così grande, ricco ed elegante. Stentava a credere che proprio lei avrebbe goduto di quel privilegio. Da quando aveva deciso di accettare la proposta aveva sperato che la sistemazione fosse accogliente, ma ora si rendeva conto che il destino era stato particolarmente benevolo concedendole di entrare a far parte di una famiglia antica e autorevole. I mobili, i tappeti, le librerie traboccanti di volumi, i quadri alle pareti, le fotografie racchiuse in cornici d’argento e disposte con studiata casualità sul coperchio del pianoforte a coda: ogni minimo dettaglio suggeriva la confortevole concretezza della borghesia, di cui lei aveva solo una vaga percezione letteraria.

Incipit tratto da:

    • Titolo: Ksenia: Le vendicatrici
    • Autori: Massimo Carlotto e Marco Videtta
    • Casa editrice: Einaudi

Bibliografia Massimo Carlotto

Ksenia Le vendicatrici di Massimo Carlotto e Marco Videtta

Quarta di copertina / Trama
Fare arrabbiare una donna è pericoloso.
Farne arrabbiare quattro è da pazzi.

Sullo sfondo dell’Italia di oggi, corrotta e criminale, quattro donne molto diverse tra loro decidono di ribellarsi al destino imposto da uomini sbagliati.
Per riscattare le loro vite dovranno diventare Le Vendicatrici.

Ksenia è venuta da molto lontano per inseguire il sogno del principe azzurro ed è sprofondata nell’incubo della «tratta delle spose». Ha solo un modo per liberarsi da quell’inganno e tornare a vivere: sfidare i suoi persecutori. Un’impresa impossibile, se sei sola, ma non se ad aiutarti intervengono Luz la colombiana, Eva la profumiera e la misteriosa, feroce Sara. L’amicizia le rende piú forti. L’amore le rende spietate.
(Ed. Eianudi; Stile Libero Big)

Bibliografia Massimo Carlotto