Luz; Solo per amore: Le Vendicatrici – M. Carlotto e M. Videtta

Incipit Luz; Solo per amore: Le Vendicatrici

Sapeva che era sbagliato. Che era una pessima idea. E che dopo sarebbe stato difficile se non impossibile rimettere a posto le cose. Ma la rabbia era incontrollabile. Una rabbia strana che non aveva mai provato prima, che la rendeva lucida nei movimenti e nei pensieri ma la dominava totalmente. Era consapevole che se ne sarebbe liberata solo sfogandola. Su di lui. Su di lei. No, lei no. Luz era sua. Era tutta la sua vita. Anche adesso che stava tra le braccia di quel Wilson. L’immagine alimentò l’incendio che le divorava la mente.
(Prologo)

Incipit tratto da:

    • Titolo: Luz; Solo per amore: Le vendicatrici
    • Autori: Massimo Carlotto e Marco Videtta
    • Casa editrice: Einaudi

Bibliografia Massimo Carlotto

Luz. Solo per amore di Massimo Carlotto e Marco Videtta
Quarta di copertina / Trama
Un traffico di merce umana che scavalca le frontiere e arriva sotto le finestre di casa nostra, insospettabile e demoniaco. La precarietà delle vite di scarto, destinate al macero. La forza degli umili, dei rifiutati. In questo romanzo teso e durissimo, eppure illuminato da una misteriosa luce, la catena internazionale del nuovo crimine si stringe sul destino di una donna in fuga. Che può contare solo su Luz, sulla sua strana famiglia femminile. E su un paio di angeli.
Due terremoti scuotono la vita di Luz, che è appena riuscita a trovare una nicchia felice, nell’affetto della figlia Lourdes e nella protezione della nuova famiglia formata dalle tre amiche Ksenia, Eva e Sara. Le piomba in casa Mirabel, fuggiasca dalla sua Colombia, portando con sé tutto quello che Luz si era lasciata alle spalle. E il suo amore per Ksenia è sconvolto dall’attrazione improvvisa per un uomo affascinante e pericoloso…
Il romanzo che chiude il ciclo delle Vendicatrici è una storia d’amore passionale e un thriller che mette in scena con naturalezza la ferocia piú estrema. E una inaspettata speranza, che può ribaltare e annullare tutto, perfino il dovere della vendetta.
(Ed. Einaudi; Stile Libero Big)

Bibliografia Massimo Carlotto