La mappa del destino – Glenn Cooper

Incipit La mappa del destino

Périgord, Francia, 1899
I due uomini avanzavano a fatica, ansimando, sul terreno sdrucciolevole, col pensiero rivolto alla cosa sconvolgente che aveva appena visto.
il temporale di fine estate li aveva colti di sorpresa, avvicinandosi alla valle mentre loro stavano esplorando la caverna. Adesso la pioggia battente sferzava le pareti di arenaria, scivolando sulle rocce. E tutta la valle del Vézère era nascosta da una bassa cortina di nubi.

Incipit tratto da:

    • Titolo: La mappa del destino
    • Autore: Glenn Cooper
    • Traduzione: Velia Februari e amalia Rincori
    • Titolo originale: The Tenth Chamber
    • Casa editrice: Nord

Bibliografia di Glenn Cooper

La mappa del destino di Glenn Cooper

Incipit The Tenth Chamber

The Périgord Region, France, 1899
The two men were breathing hard, scrambling over slippery terrain, struggling to make sense of what they had just seen.
A sudden late-summer rain burst had caught them by surprise. The fast-moving squall moved in while they were exploring the cave, drenching the limestone cliffs, darkening the vertical rock faces and shrouding the Vézère River valley in a veil of low clouds.

Incipit tratto da:

  • Title: The Tenth Chamber
  • Author: Glenn Cooper
  • Publisher: Arrow
  • Language: English

Quarta di copertina / Trama
Per settecento anni è rimasto nascosto in un muro dell’abbazia.
Poi una scintilla ha scatenato un incendio e il muro è crollato.
Stupito, l’abate Menaud sfoglia quel volume impreziosito da disegni di animali e di piante. È scritto in codice, ma le prime parole sono in latino: Io, Barthomieu, monaco dell’abbazia di Ruac, ho duecentoventi anni. E questa è la mia storia.
Per migliaia di anni è rimasto immerso nell’oscurità.
Poi un’intuizione ha squarciato le tenebre.
Incredulo, l’archeologo Luc Simard cammina in quel grandioso complesso di caverne, interamente decorate con splendidi dipinti rupestri. E arriva all’ultima grotta, la più sorprendente, dove sono raffigurate alcune piante: le stesse riprodotte nell’enigmatico manoscritto medievale…
Per un tempo indefinibile è rimasto avvolto nel mistero. È stato custodito da santi e da assassini, è stato una fonte di vita e una ragione di morte.
Poi un imprevisto ha rischiato di svelarlo agli occhi del mondo.
Spietati, gli abitanti di Ruac non hanno dubbi: i forestieri devono essere fermati. Perché la cosa più importante è difendere il loro segreto. A ogni costo.
(Edizioni Nord; Narrativa)

Bibliografia di Glenn Cooper