Le mille e una Italia – Giovanni Arpino

Incipit Le mille e una Italia

Riccio Tumarrano si svegliò, il sole era alto, intorno apparivano solo rocce. Rocce puntute come unghie, rocce come sculture in bilico su altre piataforme rocciose, rocce lisce come arance. E tutte erano di un colore che andava dal nero al viola. Era lava pietrificata, figlia dell’Etna, il vulcano, che Riccio vedeva perdersi altissimo nel sole.
Dove è l’Etna, lí finisce la Sicilia, avevano detto a Riccio. E lui adesso uardava il vulcano, si sentiva contento, si sentiva in capo al mondo.

Incipit tratto da:

    • Titolo: Le mille e una Italia
    • Autore: Giovanni Arpino
    • Casa editrice: G. Einaudi

Bibliografia Giovanni Arpino

Le mille e una Italia di Giovanni Arpino