Memnoch il diavolo – Anne Rice

Incipit Memnoch il diavolo

È il vampiro Lestat che parla. Sapete già chi sono? In tal caso saltate i prossimi paragrafi. Voglio che per coloro che ancora non ho conosciuto questo sia amore a prima vista.
Eccomi: il vostro eroe per la durata del romanzo, una perfetta imitazione di maschio anglosassone biondo, con gli occhi azzurri e alto più di un metro e ottanta. Un vampiro, e uno dei più forti che mai possiate incontrare. Le mie zanne sono troppo piccole per poter essere notate, a meno che io non lo desideri; ma sono affilatissime e io non resisto per più di qualche ora senza desiderare sangue umano.
Naturalmente, non ne ho bisogno poi così spesso. E non so di preciso con quanta frequenza mi serve perché non l’ho mai sperimentato.
Sono mostruosamente forte. Posso volare. Riesco a sentir parlare la gente al capo opposto della città o addirittura del globo. So leggere nel pensiero; posso vincolare con incantesimi.
Sono immortale. Praticamente, sono senza età sin dal 1789.
(Prologo)

Incipit tratto da:

Memnoch il diavolo di Anne Rice
Incipit Memnoch il diavolo

Lestat here. You know who I am? Then skip the next few paragraphs. For those whom I have not met before, I want this to be love at first sight.
Behold: your hero for the duration, a perfect imitation of a blond, blue-eyed, six-foot Anglo-Saxon male. A vampire, and one of the strongest you’ll ever encounter. My fangs are too small to be noticed unless I want them to be; but they’re very sharp, and I cannot go for more than a few hours without wanting human blood.
Of course, I don’t need it that often. And just how often I do need it, I don’t know, because I’ve never put it to the test.
I’m monstrously strong. I can take to the air. I can hear people talking on the other side of the city or even the globe. I can read minds; I can bind with spells.
I’m immortal. I’ve been virtually ageless since 1789.
(Prologue)

Incipit tratto da:

  • Titolo: Memnoch the Devil
  • Autore: Anne Rice
  • Casa editrice: Ballantine Books

Quarta di copertina / Trama
New York è stretta nella morsa di un inverno rigidissimo, ma i vampiri non sentono il freddo e Lestat, incontrastato principe delle tenebre, attende nella notte, pregustando il sangue della sua prossima vittima: Roger, un boss della droga. Una facile preda, se non fosse per uno strano turbamento che Lestat prova nei confronti della carismatica figlia dell’uomo, Dora. A dispetto degli inviti alla prudenza da parte dell’amico David Talbot, Lestat compie l’atto finale della caccia, affondando i denti nel collo di Roger. É un tragico errore: il fantasma del morto, infatti, minaccia di perseguitare Lestat se non si prenderà cura di Dora. Per il bene della sua nuova protetta, ma anche per liberarsi dell’angosciante sensazione di essere braccato – una sensazione che lo perseguita da tempo -, il vampiro sarà costretto ad affrontare le sue paure più oscure e inconfessabili, perfino a costo di perdere la ragione. Una sfida che culminerà nello scontro con una creatura sovrannaturale, che dice di chiamarsi Memnoch e di essere nientemeno che il Diavolo. Memnoch ha aspettato per secoli qualcuno come Lestat e lo vuole con sé nella sua lotta contro Dio. Quella del Vampiro tuttavia dev’essere una libera scelta, perciò Memnoch lo porta fuori del mondo per renderlo testimone della Creazione e giudice imparziale delle decisioni di Dio. Lestat viene trasportato in cielo da una violenta tromba d’aria e per lui ha così inizio uno spaventoso viaggio tra il paradiso e l’inferno, la gioia e la sofferenza, il perdono e la dannazione. Mentre l’aspra contesa tra Dio e Memnoch scatena forze immani, il vampiro dovrà patire indicibili sofferenze prima di decidere se credere in Dio o nel Diavolo e chi dei due servire. Per lui è un’occasione di redimersi dal suo passato sanguinario: ma quale sarà la sua scelta finale? quale influenza eserciterà su di lui la passione che prova per Dora? e quale, invece la lealtà nei confronti di David e degli altri vampiri, come lui «legati alla terra»?
Con questo straordinario capitolo delle «Cronache dei Vampiri» Anne Rice dispiega magistralmente la sua eccezionale abilità narrativa, animando la sua creatura più controversa e amata, il vampiro Lestat de Lioncourt, raffinato e crudele, ma anche compassionevole protagonista del tenebroso e affascinate universo dei bevitori di sangue.
(Ed. Longanesi; La Gaja scienza)

Bibliografia Anne Rice