Informativa


Memorie di un cavaliere – Daniel Defoe

Incipit Memorie di un cavaliere

Può bastare al lettore, senza che debba svolgere troppe indagini sul mio nome, sapere che sono nato nella contea di Salop nel 1608, sotto l’influsso di una stella che non sono stato mai abbastanza astrologo da decifrare, ma che suppongo abbia avuto una qualche straordinaria influenza sulla mia nascita.

Incipit tratto da:

  • Titolo: Memorie di un cavaliere
  • Autore: Daniel Defoe
  • Traduzione: Vito Bianco
  • Curatore: Paolo Del Colle
  • Titolo originale: Memoirs of a Cavalier
  • Casa editrice: Fazi

Bibliografia Daniel Defoe

Memorie di un cavaliere di Daniel Defoe

Incipit Memoirs of a Cavalier

It may suffice the reader, without being very inquisitive after my name, that I was born in the county of Salop, in the year 1608, under the government of what star I was never astrologer enough to examine; but the consequences of my life may allow me to suppose some extraordinary influence affected my birth.

Incipit tratto da:

  • Title: Memoirs of a Cavalier
  • Author: Daniel Defoe
  • Publisher: eBooks@Adelaide
  • Language: English

Quarta di copertina / Trama
Le Memorie di un cavaliere vengono pubblicate, anonime, nel 1720 in Inghilterra. Seguendo le gesta di un gentiluomo inglese, l’autore ripercorre i grandi conflitti religiosi che dilaniarono l’Europa del Seicento, e da grande cronista ne ricostruisce minuziosamente le avvincenti campagne militari. Prima nella guerra dei Trent’anni, poi nella guerra civile inglese nell’esercito di Carlo I, il solitario cavaliere si troverà coinvolto negli eventi più importanti del secolo. Dalle grandi battaglie alla discussione sulle figure e sul ruolo dei regnanti d’Europa, fino alla sconfitta dei cavalieri a opera dell’esercito parlamentare inglese, Defoe affronta la nascita della civiltà moderna tracciandone un grandioso affresco e anticipando la moda del romanzo storico alla Walter Scott. “Mi ero gettato in quella guerra con slancio cieco, come l’ultimo disgraziato che si arruola nell’esercito; ho riflettuto su me stesso più tardi, con grande pena, e sulla indifferenza dei miei sentimenti nell’osservare la rovina del mio paese”.
(Ed. Fazi)

Bibliografia Daniel Defoe

Lascia un commento

*
To prove that you're not a bot, enter this code
Anti-Spam Image