Moon palace – Paul Auster

Incipit Moon palace

Era l’estate in cui per la prima volta gli uomini posero piede sulla luna. A quei tempi ero molto giovane, tuttavia non credevo che esistesse un futuro. Volevo vivere pericolosamente, spingermi il piú lontano possibile per vedere che cosa sarebbe successo una volta arrivato fin lí. In realtà non lo feci affatto. A poco a poco vidi i miei soldi ridursi a zero, venni privato dell’appartamento nel quale abitavo, finii con il vivere per strada. Se non fosse stato per una giovane di nome Kitty Wu, probabilmente sarei morto di fame. L’avevo conosciuta per caso soltanto poco tempo prima, tuttavia tale caso finii per considerarlo una forma di predestinazione, un modo per salvarmi attraverso la mente di altre persone. Questo agli inizi. Poi mi capitarono strane cose. Mi misi a lavorare per il vecchio in sedia a rotelle. Scoprii chi fosse mio padre. Attraversai il deserto dallo Utah alla California. Tutto ciò molto tempo fa, naturalmente, ma sono giorni che ricordo bene, quasi fossero l’inizio della mia vita.

Incipit tratto da:

    • Titolo: Moon palace
    • Autore: Paul Auster
    • Traduzione: Mario Biondi
    • Titolo originale: Moon palace
    • Casa editrice: Einaudi

Bibliografia Paul Auster

Moon palace di Paul Auster

Incipit Moon Palace

It was the summer that men first walked on the moon. I was very young back then, but I did not believe there would ever be a future. I wanted to live dangerously, to push myself as far as I could go, and then see what happened to me when I got there. As it turned out, I nearly did not make it. Little by little, I saw my money dwindle to zero; I lost my apartment; I wound up living in the streets. If not for a girl named Kitty Wu, I probably would have starved to death. I had met her by chance only a short time before, but eventually I came to see that chance as a form of readiness, a way of saving myself through the minds of others. That was the first part. From then on, strange things happened to me. I took the job with the old man in the wheelchair. I found out who my father was. I walked across the desert from Utah to California. That was a long time ago, of course, but I remember those days well, I remember them as the beginning of my life.

Incipit tratto da:

  • Title: Moon Palace
  • Author: Paul Auster
  • Publisher: Penguin
  • Language: English

Quarta di copertina / Trama
«Era l’estate in cui per la prima volta gli uomini posero piede sulla luna. A quei tempi ero molto giovane, tuttavia non credevo che esistesse un futuro…» Cosí Marco Stanley Fogg, moderno David Copperfield alla ricerca di un’identità e di un passato, inizia il racconto del suo viaggio straordinario. Un viaggio nello spazio – dai “canyon” tra i grattacieli di Manhattan agli sconfinati deserti dello Utah, fino alla frontiera dell’Oceano Pacifico – e soprattutto nel tempo. Con un gusto per l’intreccio di tipico sapore ottocentesco, Fogg, orfano di un padre mai conosciuto ma eternamente cercato, tra coincidenze improbabili e intricati itinerari della memoria, dipana il suo mistero familiare, ripercorrendo a ritroso il proprio e altrui passato lungo l’arco di tre generazioni: da quel primo allunaggio fino agli albori del secolo.
Moon Palace è una prova di alta maestria narrativa, se è vero, come ha scritto Guido Fink, che Paul Auster «lo voglia o no, è forse l’ultimo dei “classici” americani».
(Ed. Einaudi; ET Scrittori)

Bibliografia Paul Auster