Informativa


Paula – Isabel Allende

Incipit Paula

Ascolta, Paula, ti voglio raccontare una storia, così quando ti sveglierai non ti sentirai tanto sperduta.

Incipit tratto da:

    • Titolo: Paula
    • Autrice: Isabel Allende
    • Traduzione: Gianni Guadalupi
    • Titolo originale: Paula
    • Casa editrice: Feltrinelli

Bibliografia di Isabel Allende

Paula di Isabel Allende
Incipit Paula

Escucha, Paula, voy a contarte una historia, para que cuando despiertes no esté tan perdida.

Incipit tratto da:

  • Título : Paula
  • Autor : Isabel Allende
  • Editor : Rayo
  • Lengua : Español

Quarta di copertina / Trama
Nato da una terribile esperienza privata dell’autrice, la morte di una figlia, Paula è forse il libro più sofferto e immediato di Isabel Allende, più vicino alla frammentaria intimità del diario e del racconto orale, che non alle sorvegliate architetture del romanzo. Qui Isabel non inventa niente, e neanche trasfigura, come invece le riesce solitamente benissimo, i dati reali del vissuto suo o della propria famiglia: qui alla cronaca asciutta, carica di dolore imploso, della malattia, del coma, e della morte della figlia Paula – una ventottenne felice, innamoratissima del marito e del suo lavoro – si fonde il resoconto di una «leggenda familiare» che la madre narra alla figlia durante il lunghissimo coma della ragazza; «così», dice, «quando ti sveglierai non ti sentirai tanto sperduta».
Paula muore il 6 dicembre 1992, e il libro esce nel 1994, scritto dunque a ridosso, se non addirittura nel corso, della tristissima vicenda. Letteratura come terapia, dunque, o come esorcismo, parziale e provvisoria consolazione, di una tragedia altrimenti insopportabile. Ed è un pathos assolutamente genuino quello che si sprigiona da queste pagine privatissime e insieme universali, un pathos che coinvolge e commuove, come provano le innumerevoli lettere giunte alla Allende da tutto il mondo dopo la pubblicazione del romanzo (lettere poi da lei selezionate e pubblicate, nel 1997, col titolo Paula. Lettere dal mondo). Ma è pure, e forse involontariamente, uno strenuo esercizio di sublimazione, che riafferma senza ambagità il valore morale della scrittura letteraria di fronte alla quota di male che tocca vivere.
(La biblioteca di Repubblica; Novecento)

Bibliografia di Isabel Allende

Lascia un commento

*
To prove that you're not a bot, enter this code
Anti-Spam Image