Informativa


La regina dei castelli di carta – Stieg Larsson

Incipit La regina dei castelli di carta

II dottor Anders Jonasson fu svegliato dall’infermiera Manna Nicander. Mancavano pochi minuti all’una e mezza di notte.
“Che c’è?” domandò confuso.
“Elicottero in arrivo. Due pazienti. Un uomo anziano e una giovane donna. La donna ha ferite d’arma da fuoco.”
“Aha” fece Anders Jonasson stancamente.
Si era appisolato una mezzoretta e aveva ancora sonno. Stava facendo il turno di notte al pronto soccorso dell’ospedale Sahlgrenska di Goteborg. Era stata una serata alquanto faticosa. Da quando era entrato in servizio alle sei di sera, l’ospedale aveva accolto quattro persone reduci da uno scontro frontale subito fuori Lindome. Una era in gravi condizioni e di un’altra era stato constatato il decesso subito dopo l’arrivo. Il dottore aveva anche curato una cameriera con un’ustione a una gamba conseguente a un incidente nelle cucine di un ristorante dell’Avenyn, il corso principale di Gòteborg, e salvato la vita a un bambino di quattro anni, che era arrivato con un blocco respiratorio dopo aver ingerito la ruota di una macchinina giocattolo. Inoltre, aveva fatto in tempo a medicare un’adolescente finita in una buca con la bicicletta. La manutenzione stradale aveva scelto opportunamente di piazzare lo scavo all’uscita di una pista ciclabile, e qualcuno aveva buttato i cavalletti di avvertimento dentro lo scavo. La ragazza era stata ricucita con quattordici punti in faccia e avrebbe avuto bisogno di due incisivi nuovi. Jonasson aveva poi riattaccato un pezzo di pollice che un entusiasta falegname della domenica si era mozzato con la pialla.

Incipit tratto da:

    • Titolo: La regina dei castelli di carta
    • Autore: Stieg Larsson
    • Traduzione: Carmen Giorgetti Cima
    • Titolo originale: Luftslottet som sprängdes
    • Casa editrice: Marsilio

Bibliografia Stieg Larsson

La regina dei castelli di carta di Stieg Larsson

Quarta di copertina / Trama
La giovane hacker Lisbeth Salander è di nuovo immobilizzata in un letto d’ospedale, anche se questa volta non sono le cinghie di cuoio a trattenerla, ma una pallottola in testa. È diventata una minaccia: se qualcuno scava nella sua vita e ascolta quello che ha da dire, potenti organismi segreti crolleranno come castelli di carta. Deve sparire per sempre, meglio se rinchiusa in un manicomio. La cospirazione di cui si trova suo malgrado al centro, iniziata quando aveva solo dodici anni, continua. Intanto, il giornalista Mikael Blomkvist è riuscito ad avvicinarsi alla verità sul terribile passato di Lisbeth ed è deciso a pubblicare su “Millennium” un articolo di denuncia che farà tremare i servizi di sicurezza, il governo e l’intero paese. Non ci saranno compromessi. L’ultimo capitolo della trilogia di Stieg Larsson è ancora una volta una descrizione della società contemporanea sotto forma di thriller. Un romanzo emozionante di trame occulte e servizi segreti deviati, che cattura il ritmo del nostro tempo e svela a cosa possono condurre le perversioni di un sistema malato. Una storia che, fedele all’anima del suo autore, narra di violenza contro le donne, e di uomini che la rendono possibile.
(Ed. Marsilio; Farfalle)

Bibliografia Stieg Larsson

Da questo romanzo il film La regina dei castelli di carta (Luftslottet som sprängdes) per la regia di Daniel Alfredson (2009)

Locandina La regina dei castelli di carta

Lascia un commento

*
To prove that you're not a bot, enter this code
Anti-Spam Image