La scimmia di pietra – Jeffery Deaver

Incipit La scimmia di pietra

Erano le ombre, erano i disperati.
Per i trafficanti di esseri umani — le teste di serpente — che li trasportavano attraverso il mondo come merce avariata erano i ju-jia, i maialini.
Per gli agenti dell’Ufficio Immigrazione americano che intercettavano le loro navi, che li arrestavano e li rimpatriavano erano gli irregolari.
Erano uomini e donne pieni di speranza. Che stavano abbandonando case e famiglie e tradizioni millenarie per la dura certezza degli anni rischiosi e pieni di fatiche che li attendevano.
Uomini e donne che avevano solo remote possibilità di mettere radici in un luogo in cui le loro famiglie avrebbero potuto prosperare, in cui la libertà e il denaro e la soddisfazione, cosi si diceva, erano comuni quanto la luce del sole e la pioggia.
Erano il fragile carico del capitano Sen Zijun.

Incipit tratto da:

    • Titolo: La scimmia di pietra
    • Autore: Jeffery Deaver
    • Traduzione: Maura Parolini e Matteo Curtoni
    • Titolo originale: The Stone Monkey
    • Casa editrice: Rizzoli

Bibliografia Jeffery Deaver

La scimmia di pietra di Jeffery Deaver

Incipit The Stone Monkey

They were the vanished, they were the unfortunate.
To the human smugglers — the snakeheads — who carted them around the world like pallets of damaged goods, they were ju-jia, piglets.
To the American INS agents who interdicted their ships and arrested and deported them they were undocumenteds.
They were the hopeful. Who were trading homes and family and a thousand years of ancestry for the hard certainty of risky, laborious years ahead of them.
Who had the slimmest of chances to take root in a place where their families could prosper, where freedom and money and contentment were, the story went, as common as sunlight and rain.
They were his fragile cargo

Incipit tratto da:

  • Title: The Stone Monkey
  • Author: Jeffery Deaver
  • Publisher: Pocket Books
  • Language: English

Bibliografia Jeffery Deaver