La stanza dei delitti – P.D. James

Incipit La stanza dei delitti

Venerdì 25 ottobre, con un anticipo di una settimana esatta dalla scoperta del primo cadavere al Dupayne Museum, Adam Dalgliesh, che non era mai stato al museo, andò a visitarlo. Fu una visita fortuita. la decisione presa d’impulso, e lui in seguito sarebbe tornato col pensiero a quel pomeriggio come una delle bizzarre coincidenze della vita che, per quanto avvengano con maggiore frequenza di quel che la ragione si aspetterebbe, non mancano mai di stupire.

Incipit tratto da:

    • Titolo: La stanza dei delitti
    • Autrice: P.D. James
    • Traduzione: Grazia Maria Griffini
    • Titolo originale: The Murder Room
    • Casa editrice: Mondadori

Bibliografia di P.D. James

La stanza dei delitti di P.D. James

Incipit The Murder Room

On Friday 25 October, exactly one week before the first body was discovered at the Dupayne Museum, Adam Dalgliesh visited the museum for the first time. The visit was fortuitous, the decision impulsive and he was later to look back on that afternoon as one of life’s bizarre coincidences which, although occurring more frequently than reason would expect, never fail to surprise.

Incipit tratto da:

  • Titolo: The Murder Room
  • Autore: P.D. James
  • Casa editrice: Random House

Quarta di copertina / Trama
Il comandante Adam Dalgliesh, di New Scotland Yard, non avrebbe mai pensato di dover tornare in quel piccolo musei di Londra che aveva visitato appena una settimana prima. Dedicato all’epoca compresa tra le due guerre mondiali – con una sala riservata ai più celebri delitti commessi in quel periodo – il museo è proprietà di tre fratelli, uno dei quali è stato ritrovato carbonizzato all’interno della sua auto. É proprio dalle modalità di questa morte – che richiama un delitto commesso negli anni Trenta – che il comandante Dalgliesh parte per fare luce sul caso. Quasi subito emerge che la vittima era l’unico dei fratelli a non voler più tenere in vita il museo. Ma dietro questo delitto si nascondono ben altre implicazioni. E, purtroppo, la scia di sangue è destinata ad allungarsi drammaticamente secondo un copione che pare prestabilito da una mente perversa. Chi sta lanciando il guanto di sfida a Dalgliesh? E qual’è il motivo di tanta ferocia?
Con La stanza dei delitti la scrittrice inglese si dimostra all’altezza della sua fama disegnando uno scenario da brivido, dai toni gotici, in cui tra atmosfere ovattate e ambienti claustrofobici si agitano ombre gravate da un oscuro passato.
P.D. James, ancora una volte, apre le porte di un mondo segreto, e accende il palcoscenico delle mille invidie, idiosincrasie, e istinti delittuosi che animano la tradizione del mystery inglese. Ed è compito, naturalmente, del comandante Dalgliesh scardinare un muro di menzogne dietro cui non si cela soltanto un delitto, o una crudeltà individuale, ma una ragnatela di ipocrisie che ritrae, più fedelmente di ogni altra cosa, la nostra società contemporanea.
(Ed. Mondadori; Omnibus)

Bibliografia di P.D. James