Informativa


Sangue di yogurt – Andrea G. Pinketts

Incipit Sangue di yogurt

Ripescarono Nicole nell’Aquarium. I pesci stavano banchettando con lei mentre io me la spassavo con Alice: una meraviglia.
“Togliti i calzoni” disse Alice. Io obbedii. Alice mi piantò un ago nel sedere e mi fece l’iniezione.
Faceva l’infermiera a Beauville.
Beauville era una cittadina francese a nord del Polo Sud e a sud del Polo Nord. Aveva attrattive turistiche e attitudini commerciali. C’era un’industria di yogurt che dava lavoro a metà della popolazione. L’altra metà mangiava lo yogurt. L’inverno, Beauville era sonnolenta come un gatto castrato. Gli adulteri si moltiplicavano, ma poche coppie sposate si dividevano. Le corna erano come lo yogurt: l’orgoglio inevitabile di Beauville.

Incipit tratto da:

Sangue di yogurt di Andrea G. Pinketts
Quarta di copertina / Trama
Quattro storie di emarginati orgogliosi. Orgogliosi di essere emarginati. In una città francese politicamente corrotta, due giornalisti politicamente scorretti si ritrovano come pesci fuor d’acqua. Ma il serial killer delle “Miss Yogurt” non è l’unico squalo della fauna locale. Nell’America degli anni Cinquanta il maccartismo perseguita i paperi. Ma un eroico manipolo di pennuti si riunisce nel DDTeam, per riparare i torti, difendere i deboli e dare ai paperi quel che è dei paperi. Nella Milano non più “da bere” degli anni Novanta, una ragazza in cerca di successo affronta il mondo grottesco della TV portando in borsetta un riccio di nome Fred. Nella vita bisogna essere pungenti. In una cittadina finora tranquilla, il dottor Totem, psicanalista, indaga sull’uomo che trent’anni prima bruciava i bambini e che ora è tornato per bruciare i trentenni. I bambini li portano le cicogne… E chi porta le cicogne? Andrea G. Pinketts non balla coi lupi, non sussurra ai cavalli, ma va all’arrembaggio come le tigri di Mompracem. Giornalisti, paperi o altri animali, poco importa. La zampata di Pinketts è sempre quella dei giovani leoni.
(Ed. Mondadori)

Bibliografia Andrea G. Pinketts

Lascia un commento

*
To prove that you're not a bot, enter this code
Anti-Spam Image