Strane storie – Carlo Lucarelli

Incipit Strane storie

Lubang è un isoletta al largo della costa del sud delle Filippine. Fuori dalla baia di Manila, la capitale, c’è un isola grande che si chiama Mindoro, una piccola che si chiama Ambil, e una un po’ più estesa che si chiama, appunto, Lubang. È un bel posto, anche se non è una di quelle isole da vacanza, tipo le Bahamas o le Seychelles, spiaggie bianche, palme e dune. Lubang è un isolotto tropicale, montagnoso e ricoperto da una fitta vegetazione, e ha un suo fascino selvagaggio.
Ma c’è un problema. C’è qualcosa che terrorizza gli isolani che vivono nei paesini sulla costa. Qualcosa che arriva all’improvviso, distrugge e sconvolge, come un uragano, e poi scompare.

Incipit tratto da:

Bibliografia Carlo Lucarelli

Strane storie di Carlo Lucarelli

Quarta di copertina / Trama
Una partita di calcio tra soldati inglesi e tedeschi, giocata su un campo improvvisato a pochi passi dal fronte occidentale, la sera di Natale del 1914; un ingegnere sopravvissuto alle bombe di Hiroshima e Nagasaki; un delinquente che si fa chiamare Charles Bronson; uno strano caso di suggestione collettiva nella California degli anni Sessanta… Donne avventurose, inventori derubati e geni incompresi, casi curiosi e delitti irrisolti.

“Strane, misteriose, incredibili storie che confermano in modo stupefacente il dato di fatto che la realtà supera di gran lunga la fantasia. Molte sono storie poco conosciute – o almeno, non le conoscevo io – altre sono più note e tutte sono state sicuramente raccontate da qualcun altro e probabilmente meglio di me. Ma non importa. Avevo una gran voglia di raccontarle anch’io.”
Carlo Lucarelli
(Ed. Skira)

Bibliografia Carlo Lucarelli