Theodore Boone: la ragazza scomparsa – John Grisham

Incipit Theodore Boone: la ragazza scomparsa

Il rapimento di April Finnemore era avvenuto nel cuore della notte, tra le nove e un quarto di sera, ora in cui la ragazza aveva parlato al telefono con Theo Boone, e le tre e mezzo del mattino, quando sua madre era entrata in camera da letto e si era resa conto che la figlia non c’era.
Il rapimento sembrava essere stato precipitoso: chiunque avesse portato via April non le aveva lasciato il tempo di prendere le sue cose. Il portatile era ancora al suo posto e, benché la stanza fosse piuttosto in ordine, c’erano alcuni indumenti sparsi in giro, il che rendeva difficile stabilire se la ragazza fosse riuscita a prepararsi un bagaglio. Probabilmente no, riteneva la polizia. Lo spazzolino da denti era ancora sul lavabo e lo zaino vicino al letto. Il pigiama era sul pavimento, quindi se non altro le era stato consentito di vestirsi. La madre, nei momenti in cui non piangeva o singhiozzava, informò gli agenti che la felpa bianca e blu, la preferita di sua figlia, non era nella cabina armadio. Ed erano sparite anche le sue sneaker preferite.

Incipit tratto da:

    • Titolo: Theodore Boone: la ragazza scomparsa
    • Autore: John Grisham
    • Traduzione: Nicoletta Lamberti
    • Titolo originale: Theodore Boone: The Abduction
    • Casa editrice: Mondadori

Bibliografia John Grisham

Theodore Boone la ragazza scomparsa di John Grisham

Incipit Theodore Boone: The Abduction

The abduction of April Finnemore took place in the dead of night, sometime between 9:15 p.m., when she last spoke with Theo Boone, and 3:30 a.m., when her mother entered her bedroom and realized she was gone. The abduction appeared to have been rushed; whoever took April did not allow her to gather her things. Her laptop was left behind. Though her bedroom was fairly neat, there was some clothing strewn about, which made it difficult to determine if she had been able to pack. Probably not, the police thought. Her toothbrush was still by the sink. Her backpack was by her bed. Her pajamas were on the floor, so she at least had been allowed to change. Her mother, when she wasn’t crying or ranting, told the police that her daughter’s favorite blue-and-white sweater was not in the closet. And April’s favorite sneakers were gone, too

Incipit tratto da:

  • Title: Theodore Boone: The Abduction
  • Author: John Grisham
  • Publisher: Puffin
  • Language: English

Quarta di copertina / Trama
April Finnemore è scomparsa. Qualcuno l’ha rapita nel cuore della notte, e l’ultimo ricordo che Theodore Boone ha di lei è la telefonata della sera prima.
Perché April si sente sola, e spesso trova conforto dalla sua difficile vita familiare nelle lunghe chiacchierate con lui. Theo, tredicenne avvocato in erba, è sempre pronto a intervenire: ma ora è disposto a rischiare tutto, visto che il rapimento riguarda la sua migliore amica e il sentimento che lo muove è forse qualcosa di più che l’amore per la giustizia.
La polizia sembra non avere indizi, finché dalla vita di April non emerge Jack Leeper, un parente evaso di prigione. E nel frattempo dalle acque del fiume viene ripescato un corpo misterioso. Il malvivente è coinvolto nel rapimento? E soprattutto, April è ancora viva? Mai come ora Theodore Boone dovrà sfoderare tutto il proprio coraggio per risolvere il caso più importante della sua giovane carriera, prima che sia troppo tardi.
(Ed. Mondadori; Grandi Bestseller Ragazzi)

Bibliografia John Grisham