Tristano muore – Antonio Tabucchi

Incipit Tristano muore

… Rosamunda Rosamunda che magnifica serata sembra proprio preparata da una fata delicata mille luci mille voci mille cuori strafelici sono tutti in allegria oh ma che felicità Rosamunda se mi guardi tu Rosamunda non resisto più… Ti piace?.. era dei miei tempi, quando Rosamunda guardava Tristano e più che lo guardava e più che lei gli piaceva… Rosamunda se mi guardi tu Rosamunda non resisto più… Rosamunda tutto il mio amore è per te Rosa-munda più ti guardo e più mi piaci Rosa-mu-u-u-u-undà…

Incipit tratto da:

Tristano muore - Antonio Tabucchi

Quarta di copertina / Trama
cos’è l’eroismo? Cos’è la viltà? E il coraggio? E il tradimento? In un’agonia lungo un intero mese, l’ultimo agosto del Novecento, la sua vita fra la lucidità della febbre e le allucinate associazioni provocate dalla morfina. Una vita che rispecchia il secolo che ha vissuto e che sta lasciando. Al suo capezzale uno scrittore lo ascolta. E scrive.
Ma quale dei due racconta questa vita, chi parla o chi ascolta? Chi testimonia per il testimone?
E poi: una vita, si può raccontare?
(Ed. Feltrinelli; Universale Economica)

Bibliografia Antonio Tabucchi