Informativa


Tu, mio – Erri De Luca

Incipit Tu, mio

Il pesce è pesce quando sta nella barca. È sbagliato gridare che l’hai preso quando ha solo abboccato e senti il suo peso ballare nella mano che regge la lenza. Il pesce è pesce solo quando è a bordo. Devi tirarlo all’aria dal fondo con una presa dolce e regolare, svelta e senza strappi. Altrimenti lo perdi. Non ti agitare quando lo senti sfuriare là sotto, che sembra chissà quanto grosso dalla forza che mette a sviscerarsi dall’amo e l’esca dal corpo.

Incipit tratto da:

    • Titolo: Tu, mio
    • Autore: Erri De Luca
    • Casa editrice: Feltrinelli

Incipit e prime righe dei romanzi , racconti, libri di
Bibliografia Erri De Luca

Tu mio di Erri De Luca

Quarta di copertina / Trama
Il ragazzo e il mare: l’avventura estiva di un adolescente del dopoguerra, l’incontro con la pesca, e con una ragazza più grande, col suo segreto, con il suo dolore per la perdita del padre in guerra, prima della fine delle vacanze. C’è un’estate brusca nell’età giovane in cui s’impara il mondo di corsa. In un’isola del Tirreno, in mezzo agli anni cinquanta del secolo, un pescatore che ha conosciuto la guerra e una giovane donna dal nome difficile, senza intenzione trasmettono a un ragazzo la febbre del rispondere. Qui si racconta una risposta, un eccomi, decisivo come un luogo di nascita.
Tu, mio è un racconto di superamento della cosiddetta “linea d’ombra”, centrato sul passaggio dai privilegi dell’adolescenza alla ruvidezza della maturità. Oltre le illusioni della giovinezza si apre il campo all’avventura nell’esistenza; e questa avventura, ogni adolescente lo scopre con dolore, con sofferenza, non potrà essere mai cifrata negli schemi delle consolazioni giovanili.”
Enzo Siciliano
(Ed. Feltrinelli; Universale Economica)

Bibliografia Erri De Luca

Lascia un commento

*
To prove that you're not a bot, enter this code
Anti-Spam Image