L’ultimo giorno – Glenn Cooper

Incipit L’ultimo giorno

Lo sfondo era un classico per i servizi televisivi con un sottotesto religioso: le guglie e le sculture del Duomo di Milano, una magnifica foresta gotica di pinnacoli e cuspidi svettate contro il cielo slavato.
Il cronista di RaiNews 24, Moreno Stasi, si sistemò attentamente i capelli, scrutandosi nello specchio che la sua produttrice, Daniela Persano, gli teneva davanti. Per essere solo la fine di marzo, la temperatura era già piuttosto alta e Stasi aveva scelto la giacca sbagliata. Il caldo lo rendeva irritabile.

Incipit tratto da:

    • Titolo: L’ultimo giorno
    • Autore: Glenn Cooper
    • Traduzione: Elena Cantoni
    • Titolo originale: Near Death
    • Casa editrice: Nord

Bibliografia di Glenn Cooper

L'ultimo giorno di Glenn Cooper
Incipit Near Death

It was a familiar backdrop for a TV news story with religious overtones. The Duomo in Milan was ornate and spiky, a forest of ecclesiastical pinnacles and spires beautifully set against a pale sky.
RAINEWS 24 reporter Moreno Stasi carefully brushed his thick hair while peering into a mirror held by his producer, Daniela Persano. This late March was unseasonably warm. He’d chosen the wrong jacket for the day and he was sweating and irritable.

Incipit tratto da:

  • Title: Near Death
  • Author: Glenn Cooper
  • Publisher: Lascaux Media
  • Language: English

Quarta di copertina / Trama
Milano, oggi. È la crisi più grave che il mondo abbia mai attraversato. Disorientati, giovani e anziani, credenti e atei si pongono tutti le stesse, angoscianti domande: cosa faranno ora che il più grande sogno dell’umanità si è trasformato in un incubo? Cosa succederà allo scoccare dell’ultimo giorno?
Boston, qualche mese prima. È l’indagine più complessa che Cyrus O’Malley abbia mai affrontato. Sconvolto, il detective dell’FBI osserva le foto delle vittime: per l’ennesima volta, si chiede perché, dopo averle strangolate, il serial killer abbia praticato loro un minuscolo foro alla base del cranio. Per Cyrus, quel caso è diventato un’ossessione. E non importa se, per risolverlo, sarà costretto a rinunciare a tutto ciò che gli è caro…
Londra, 1988. È la sensazione più travolgente che Alex Weller abbia mai provato. In estasi, il ragazzo osserva il fiume di luce che scorre davanti a lui: sull’altra sponda c’è suo padre, che lo esorta a raggiungerlo. Ma, per quanto si sforzi, Alex non riesce a muoversi e, d’improvviso, si trova di nuovo incastrato fra le lamiere, sul luogo del terribile incidente d’auto che ha causato la morte dei genitori. Da quel momento, Alex avrà un solo obiettivo: rivivere quell’esperienza. E non importa se, per farlo, sarà costretto a uccidere…
(Ed. Nord; Narrativa)

Bibliografia di Glenn Cooper