La mia vita – Fabio Volo

Incipit La mia vita

Quanto possono mentire le fotografie? Me lo chiedo guardando la foto che ho tra le mani – qui, in questa casa al mare, in Liguria, dove ho trascorso con mio marito e la sua famiglia molte estati.

Incipit tratto da:

La mia vita - Fabio Volo

Quarta di copertina / Trama
Una sirena non può essere prigioniera. Sembra tutto così perfetto. Una vita piena, solare come una bella fotografia, pensava,e le fotografie non mentono.E quando un uomo dice ti amo lo dice sul serio, pensava anche.E fare l’amore è una cosa diversa dal sesso-e-basta: è intersezione di due corpi e due menti, unite da sincerità, rispetto e stima. Lo pensava davvero,questo. Soffrire per un’ombra sul viso, uno sguardo fuggente, e pensare è colpa mia, non sono all’altezza;lo pensava spesso. E allora dimenticare ciò che si è, perfino annullarsi pur di renderlo felice. Esistere soltanto per lui,principe azzurro atteso da sempre,annunciato nei sogni d’infanzia. Perché vivere una favola è possibile, succede a pochi, è vero,ma succede… Tutte queste cose pensava. Prima di aprire gli occhi,smarrita,su un mondo non suo. La casa davanti al mare ora è vuota,ricordi e voci lontane,e un desiderio forte nel cuore. Era una sirena, lei. E voleva essere libera.
(Ed Corriere Della Sera; Inediti d’Autore)

Bibliografia Fabio Volo