Informativa


La verità dell’Alligatore – Massimo Carlotto

Incipit La Verità Dell’Alligatore

Quando la vidi entrare, tailleur costoso e borsa rigida da professionista, capii subito che mi sarei perso parte del concerto di Cooper Terry che stava iniziando in quel momento.

Incipit tratto da:

    • Titolo: La verità dell’Alligatore
    • Autore: Massimo Carlotto
    • Casa editrice: e/o

Bibliografia Massimo Carlotto

La verità dell’Alligatore di Massimo Carlotto

Quarta di copertina / Trama
L’Alligatore è un ex cantante di Blues. Ingiustamente condannato a sette anni di carcere, gli è rimasta addosso la fragilità degli ex detenuti e l’ossessione della giustizia.
Ha messo a frutto le sue «competenze» e le sue conoscenze nella malavita divenendo un investigatore molto particolare: più a suo agio nel mondo marginale ed extra legale che tra poliziotti e magistrati, ricorre volentieri all’aiuto di strani personaggi come Max la Nemoria un latitante con la fissa della controinformazione, o il Colonnello un ex terrorista ancora irrequieto, o Luther Blisset, una bionda con un bel paio di gambe militante dell’omonimo movimento con lo scopo di «infettare i network, coinvolgere e destabilizzare l’immaginario collettivo». Soprattutto l’Alligatore si fa aiutare da Beniamino Rossini, un malavitoso milanese con il quale ha stretto una bella amicizia malgrado le differenze culturali e di temperamento. I due intuiscono presto ch e gli omicidi di due donne imputati a un povero tossico sono in realtà maturati nei corrotti ambienti di una certa borghesia di provincia…
Con La verità dell’Alligatore nasce in Italia un nuovo tipo di giallo, più vicino al noir americano per la capacità, tutta nuova nel nostro paese, di elaborare e raccontare esperienze realmente vissute nel mondo del carcere, della latitanza, dell’extralegalità.
(Ed. e/o; Dal Mondo)

Bibliografia Massimo Carlotto

Lascia un commento

*
To prove that you're not a bot, enter this code
Anti-Spam Image