Le sorelle Donguri – Banana Yoshimoto

Siamo le sorelle Donguri.
Siamo due sorelle che esistono solo tra queste pagine.

Incipit Le sorelle Donguri

Siamo le sorelle Donguri.
Siamo due sorelle che esistono solo tra queste pagine.
Vi succede mai di sentirvi meglio dopo aver scambiato con qualcuno messaggi su cose di poca importanza?
Scriveteci quando volete.
Avete a disposizione un numero limitato di caratteri ma potete scriverci tutto ciò che vi passa per la testa.
Potrebbe volerci del tempo ma risponderemo a tutti.
Le sorelle Donguri
Questo è il testo della homepage del sito delle sorelle Donguri. Per lo sfondo mia sorella si è rivolta a un amico designer che ne ha fatto uno davvero carino, con delle piccole ghiande molto graziose.

Incipit tratto da:
Titolo: Le sorelle Donguri
Autrice: Banana Yoshimoto
Traduzione: Gala Maria Follaco
Titolo originale:
Casa editrice: Feltrinelli

Bibliografia Banana Yoshimoto

Le sorelle Donguri Banana Yoshimoto
Quarta di copertina / Trama

Rimaste orfane, Guriko e Donko gestiscono un sito di posta del cuore che si chiama Le sorelle Donguri (donguri significa ghianda in giapponese). Donko è tanto energica e indipendente quanto la sorella è solitaria e taciturna. Questo fino a quando Guriko riceve il messaggio di una donna che le scrive del dolore per la perdita del marito, parole che inducono Guriko a ripensare al suo primo amore, Mugi, incontrato ai tempi della scuola e poi sparito nel nulla. Segretamente cova da sempre il desiderio e la speranza di ritrovarlo, decide allora di interrompere la sua clausura e di andare a cercarlo.
Attraverso la delicata voce narrante di Guriko, Banana Yoshimoto affronta temi quali la perdita e il superamento del dolore, ponendo l’accento sul potere salvifico della condivisione e sulla capacità dei sogni di sciogliere tensioni e problemi.
Guriko e Donko, due sorelle rimaste orfane da bambine, aprono un sito di posta del cuore. Se all’inizio è soprattutto un gioco, ben presto diventa un’occupazione a tempo pieno colma di inattese rivelazioni.
(Ed. Feltrinelli)

Indice cronologico opere Banana Yoshimoto

Another world Il regno 4 – Banana Yoshimoto

Quando a Mykonos vidi per la prima volta Kino su una scalinata di pietra, pensai di essere vittima di uno scherzo degli dèi.

Incipit Another world Il regno 4

Quando a Mykonos vidi per la prima volta Kino su una scalinata di pietra, pensai di essere vittima di uno scherzo degli dèi.
Perché tutto il tempo che avevo perduto mi veniva restituito in un istante, nella forma più evidente, e una dolce nostalgia mi riportava il sorriso sulle labbra. O magari solo per prendere in giro me e quella nostalgia che avevo provato ritrovandomi dopo tanto tempo lì a Mykonos.
La postura di Kino, il fatto che portasse occhiali da sole e un bastone, la schiena leggermente curva e il viso da ragazzino schizzinoso mi ricordarono il mio papà.
L’aria testarda, la T-shirt in cotone griffata e dai colori delicati abbinata ai chinos di buona fattura lo facevano somigliare a colui che secondo la legge era il mio papà.
Avere due papà potrà sembrare strano, ma la mia vita è sempre stata così, quindi per me è naturale.

Titolo: Another world Il regno 4
Autrice: Banana Yoshimoto
Traduzione: Gala Maria Follaco
Titolo originale traslitterato: Anaza warudo
Casa editrice: Feltrinelli

Bibliografia Banana Yoshimoto

Another World - Banana Yoscimoto
Quarta di copertina / Trama

Kataoka Noni è la figlia di Shizukuishi e ha due papà, Kaede e Kataoka. In Another World, capitolo conclusivo della quadrilogia Il Regno, il percorso di crescita di Noni è ormai compiuto. Kaede è morto e Kataoka è un padre, a modo suo, amorevole. Ambientata tra Mykonos, Okinawa e Tokyo, la storia di Noni è la chiusura di un cerchio: torna la forza delle piante e delle pietre, l’amore della natura e quello, complesso e ingovernabile, tra gli esseri umani, il confronto con la morte e l’abbandono. Un libro che è un invito a leggere il mondo oltre i confini e le gerarchie, a riconoscerci come parte di un unico sistema dove conta soltanto la verità delle sensazioni.
“C’era in mia madre un flusso di vita scintillante, e ogni volta che la osservavo mi sembrava di vedere un fiume. Un fiume che scorre, che luccica e non si ferma mai.”
(Ed. Feltrinelli)

Indice cronologico opere Banana Yoshimoto

Il lago – Banana Yoshimoto

La prima volta che Nakajima restò a dormire da me, vidi in sogno mia madre morta.

Incipit Il lago

La prima volta che Nakajima restò a dormire da me, vidi in sogno mia madre morta.
Accadde perché era la prima volta dopo tanto tempo che dividevo la stanza con qualcun altro?
L’ultima volta era stata quando dormii con la mamma e il papà nella stanza d’ospedale dove lei era ricoverata.
Mi svegliavo, controllavo che respirasse ancora, mi tranquillizzavo e tornavo a dormire. Il pavimento dell’ospedale era più polveroso di quanto uno si sarebbe aspettato, e io restavo a fissare sempre lo stesso mucchietto di polvere. Non riuscivo a dormire profondamente e ogni volta che mi svegliavo sentivo i passi delle infermiere nel corridoio. La presenza di tutte quelle persone così vicine alla morte mi trasmise la strana sensazione di essere più protetta lì, dentro all’ospedale, che fuori.

Incipit tratto da:
Titolo: il lago
Autrice: Banana Yoshimoto
Traduzione: Gala Maria Follaco
Titolo originale traslitterato: Mizumi
Casa editrice: Feltrinelli
Copertine di Il lago di Banana Yoshimoto

Bibliografia Banana Yoshimoto

Quarta di copertina / Trama

Chihiro ha perso da poco la madre e sta cercando di rifarsi una vita a Tokyo, lontano dalla cittadina di provincia a cui la legano brutti ricordi. Nakajima è tormentato da un passato misterioso che gli impedisce di vivere fino in fondo i propri sentimenti. Mino e Chii vivono in una casa nei pressi di un lago, un luogo fuori dal tempo e dallo spazio. Il lago è uno dei migliori e più sorprendenti romanzi di Banana Yoshimoto, poetico e inquietante, racconta una storia d’amore inusuale, dove il bisogno di affetto e comprensione diventano più importanti dei tradizionali cliché di una relazione.
Il lago è un viaggio nella memoria fino alle origini delle paure, la storia di due giovani alle prese con la più difficile delle prove: scoprirsi innamorati.
(Ed. Fetrinelli)

Indice cronologico opere Banana Yoshimoto