Una gran voglia di vivere – Fabio Volo

«Mi ami ancora?»

Incipit Una gran voglia di vivere

«Mi ami ancora?»
Eravamo a letto con le luci spente quando Anna me l’ha domandato. Avevamo appena fatto l’amore e stavo pensando che così bene non lo facevamo da mesi. C’era stato più trasporto, più forza, più passione.
Era già successo che Anna me lo chiedesse, e ogni volta avevo risposto in maniera immediata, senza mai esitare: «Certo che ti amo ancora. Che domande fai?».
Rispondevo così perché non volevo chiedermelo davvero.
Tenevo a lei, eppure non capivo cosa ci fosse di autentico dentro di me.
Io e Anna stavamo insieme da sette anni e Matteo ne aveva cinque.
Era venuta a mancare la complicità di un “noi” che non fosse inteso solo come famiglia. Senza che ce ne rendessimo conto, quel “noi” era evaporato.

Incipit tratto da:
Titolo: Una gran voglia di vivere
Autore: Fabio Volo
Casa editrice: Mondadori

Bibliografia Fabio Volo

Copertine di Una gran voglia di vivere di Fabio Volo
Quarta di copertina / Trama

Svegliarsi una mattina e non sapere più se ami ancora la donna che hai vicino, la donna con cui hai costruito una famiglia, una vita. Non sai come sia potuto accadere. Non è stato un evento, una situazione, un tradimento ad allontanarvi. È successo senza esplosione, in silenzio, lentamente, con piccoli, impercettibili passi. Un giorno, guardando l’uno verso l’altra, vi siete trovati ai lati opposti della stanza. Ed è stato difficile perfino crederci.”
Quello di Marco e Anna sembrava un amore in grado di mantenere le promesse. Adesso Marco non riesce a ricordare qual è stata la prima sera in cui non hanno acceso la musica, in cui non hanno aperto il vino. La prima in cui per stanchezza non l’ha accarezzata. Quando la complicità si è trasformata in competizione. Forse l’amore, come le fiamme, ha bisogno di ossigeno e sotto una campana si spegne. Forse, semplicemente, è tutto molto complicato.
Il nuovo libro di Fabio Volo è il racconto di una crisi di coppia e del viaggio, fisico e interiore, per affrontarla. Un romanzo sincero, diretto, che sa fotografare le pieghe e le piccole contraddizioni dei nostri rapporti. Una storia in cui ritrovarsi, emozionarsi e capire se esiste, a un certo punto, un modo nuovo di stare insieme.
(Ed. Mondadori)

Indice cronologico opere Fabio Volo

Quando tutto inizia – Fabio Volo

Le cose importanti iniziano quando tutto sembra finito.

Incipit Quando tutto inizia

Le cose importanti iniziano quando tutto sembra finito.
Me lo ripeteva sempre mio padre, me l’ha detto così tante volte che quando ci penso sento ancora la sua voce.
Sono nudo, sdraiato sul letto, con il viso appoggiato al seno della donna che amo. Sento il calore della sua pelle, il battito del suo cuore, sto bene, come non mi sentivo da tempo.
Fuori da questa stanza d’albergo esiste il mondo, con i suoi rumori e le sue difficoltà. Ma io non sento nulla. L’unica cosa di cui mi importa è la mia felicità.

Incipit tratto da:
Titolo: Quando tutto inizia
Autore: Fabio Volo
Casa editrice: Mondadori

Bibliografia Fabio Volo

Copertina di Quando tutto inizia di Fabio Volo
Quarta di copertina / Trama

Silvia e Gabriele si incontrano in primavera. La prima volta che lui la vede è una vertigine. Lei non è una bellezza assoluta, immediata, abbagliante, è il suo tipo di bellezza. Gli bastano poche parole per perdere la testa: scoprire che nel mondo esiste qualcuno con cui ti capisci al volo, senza sforzo, è un piccolo miracolo, ti senti meno solo. Fuori c’è il mondo, con i suoi rumori e le sue difficoltà, ma quando stanno insieme nel suo appartamento c’è solo l’incanto: fare l’amore, parlare, essere sinceri, restare in silenzio per mettere in ordine la felicità.
Fino a quando la bolla si incrina, e iniziano ad affacciarsi le domande. Si può davvero prendere una pausa dalla propria vita? E che differenza c’è tra essere felici ed essere felici insieme?
(Oscar Mondadori)

Indice cronologico opere Fabio Volo

A cosa servono i desideri – Fabio Volo

Che meraviglia. La vita!

Incipit A cosa servono i desideri

Che meraviglia. La vita!
Questa mattina dopo aver fatto colazione e bevuto il caffè ho deciso di sistemare delle vecchie cose, e dentro una scatola ho trovato un taccuino, uno di quelli neri con l’elastico a vista. Mi sono seduto sul divano e non sono più riuscito a chiuderlo, l’ho letto tutto d’un fiato.
Nella prima pagina ho trovato queste parole: “Che meraviglia. La vita!”.
Ricordo ancora il giorno in cui ho iniziato ad annotare le prime cose, avevo diciott’anni. Mi piaceva riportare tutto quello che mi colpiva: libri, canzoni, film, alcune piccole riflessioni e miei pensieri.
Grazie a quel taccuino ho imparato a esprimere sentimenti, emozioni. Mi ha permesso di scoprire cose di me che non conoscevo, mi ha educato.

Incipit tratto da:
Titolo: A cosa servono i desideri
Autore: Fabio Volo
Casa editrice: Mondadori

Bibliografia Fabio Volo

Copertina di A cosa servono i desideri di Fabio Volo
Quarta di copertina / Trama

“Forse i desideri non sono una cosa da realizzare, una meta da raggiungere, ma il carburante per metterci in moto.” Prendendo spunto da un suo vecchio taccuino ritrovato, Fabio Volo ha raccolto le citazioni, le domande e i pensieri che lo hanno aiutato.
(Ed. Mondadori)

Indice cronologico opere Fabio Volo