È tutta vita – Fabio Volo

Per una coppia felice nulla è più pericoloso di un figlio

Incipit È tutta vita

Per una coppia felice nulla è più pericoloso di un figlio .
Un figlio non è un collante, ma un detonatore che può scaraventare lontani, ai lati opposti di una stanza. Bisogna voler stare insieme con tutte le proprie forze, essere disposti a lottare per ritrovare una vicinanza, per poter allungare una mano e trovare ancora l’altro. Senza volontà, senza desiderio di stare insieme, i figli possono essere un’ottima scusa per andarsene.
Nel dormiveglia continuavo a pensarci, mentre la piccola bugia sul viaggio a Berlino mi tormentava: tra poche ore sarei salito sull’aereo e mi sarei trovato a centinaia di chilometri di distanza dalla mia famiglia.

Incipit tratto da:
Titolo: È tutta vita
Autore: Fabio Volo
Casa editrice: Mondadori

Bibliografia Fabio Volo

Copertina di È tutta vita di Fabio Volo
Quarta di copertina / Trama

Stavano così bene insieme, cosa è successo alla loro vita? Cosa è successo ai due chiusi in una camera d’albergo con il cartello “non disturbare” sulla porta? Dove sono finite la passione, la complicità?
Il nuovo libro di Fabio Volo è un’immersione nella vita quotidiana di una coppia, nell’evoluzione di un amore. Racconta la crisi che si scatena alla nascita di un figlio e, ancora di più, racconta di quando qualcosa rompe l’incantesimo tra due innamorati. E suggerisce, lascia intravedere una risposta, una via d’uscita. È come se i protagonisti dei suoi romanzi più amati, Il giorno in più o Il tempo che vorrei, si ritrovassero ad affrontare quello che viene dopo l’innamoramento, la responsabilità e la complessità dello stare insieme per davvero.
Ancora una volta Volo sorprende per la capacità di fotografare e dare un nome ai sentimenti, perfino quelli meno nobili e non per questo meno comuni. È tutta vita è un romanzo diretto, sincero, spudorato. Leggendolo capita di ridere e commuoversi, come quando qualcosa ci riguarda da vicino.

Indice cronologico opere Fabio Volo

La mia vita – Fabio Volo

Quanto possono mentire le fotografie?

Incipit La mia vita

Quanto possono mentire le fotografie? Me lo chiedo guardando la foto che ho tra le mani – qui, in questa casa al mare, in Liguria, dove ho trascorso con mio marito e la sua famiglia molte estati.

Incipit tratto da:
Titolo: La mia vita
Autore: Fabio Volo
Casa editrice: Corriere Della Sera

Bibliografia Fabio Volo

Copertina di La mia vita di Fabio Volo
Quarta di copertina / Trama

Una sirena non può essere prigioniera. Sembra tutto così perfetto. Una vita piena, solare come una bella fotografia, pensava,e le fotografie non mentono.E quando un uomo dice ti amo lo dice sul serio, pensava anche.E fare l’amore è una cosa diversa dal sesso-e-basta: è intersezione di due corpi e due menti, unite da sincerità, rispetto e stima. Lo pensava davvero,questo. Soffrire per un’ombra sul viso, uno sguardo fuggente, e pensare è colpa mia, non sono all’altezza;lo pensava spesso. E allora dimenticare ciò che si è, perfino annullarsi pur di renderlo felice. Esistere soltanto per lui,principe azzurro atteso da sempre,annunciato nei sogni d’infanzia. Perché vivere una favola è possibile, succede a pochi, è vero,ma succede… Tutte queste cose pensava. Prima di aprire gli occhi,smarrita,su un mondo non suo. La casa davanti al mare ora è vuota,ricordi e voci lontane,e un desiderio forte nel cuore. Era una sirena, lei. E voleva essere libera.
(Ed Corriere Della Sera; Inediti d’Autore)

Indice cronologico opere Fabio Volo

La strada verso casa – Fabio Volo

Negli anni Ottanta si rideva

Incipit La strada verso casa

Negli anni Ottanta si rideva. Si rideva molto di più.
Si rideva al lavoro, a scuola, con gli amici e soprattutto si rideva in TV. Quegli anni erano un’epoca favolosa. L’Italia vinceva i Campionati del mondo in Spagna, la musica la facevano i DJ e il suo ritmo dance pulsava dalle radio e dalle discoteche. Perfino il papa sciava in quegli anni. Ci si sentiva liberi, sarebbe caduto il muro di Berlino.

Incipit tratto da:
Titolo: La strada verso casa
Autore: Fabio Volo
Casa editrice: Mondadori

Bibliografia Fabio Volo

Copertina di La strada verso casa di Fabio Volo
Quarta di copertina / Trama

Marco non ha mai scelto, perché ha paura che una scelta escluda tutte le altre. Non ha mai dato retta a nessuno, solo a se stesso. Sembra dire a tutti: amatemi pure, ma tenetevi lontani.
Andrea, suo fratello maggiore, ha deciso da subito come doveva essere la sua vita, ha sempre fatto le cose come andavano fatte. È sposato con Daniela, una donna sobria ed elegante. Insieme avrebbero potuto essere perfetti.
Marco invece ha molte donne, e Isabella. Lei è stata la sua prima fidanzata. Con lei ha passato quelle notti di magia in cui la bellezza dilata il tempo e la felicità strappa le promesse.
Ma neanche con lei è mai riuscito a decidersi, a capire che la libertà non è per forza mancanza di responsabilità. E così continua a vivere in folle, senza mai mettere una marcia, fare una scelta.
Se non che a volte la vita che hai sempre tenuto sotto controllo inizia a cadere a pezzi.
Il nuovo romanzo di Fabio Volo racconta la storia di due fratelli che gli eventi costringono ad avvicinarsi, a capirsi di nuovo. E di un inconfessabile segreto di famiglia che li segue come un fantasma. Racconta una grande e tormentata storia d’amore che attraversa gli anni, e come tutte le grandi storie d’amore ha a che fare con le cose splendide e con quelle terribili della vita. Racconta il dolore che piega in due e la felicità che fa cantare inventandosi le parole. Ci fa ridere, commuovere, emozionare.
(Ed. Mondadori; Narrativa Moderna e Contemporanea)

Indice cronologico opere Fabio Volo