Atti di adorazione – Yukio Mishima

Quando il professor Fujimiya chiese a Tsuneko di accompagnarlo ai templi di Kumano, la donna rimase di sasso

Incipit Atti di adorazione

Quando il professor Fujimiya chiese a Tsuneko di accompagnarlo ai templi di Kumano, la donna rimase di sasso. Evidentemente l’invito era un ringraziamento per i dieci anni che ella aveva trascorso a prendersi cura di lui. Tsuneko, una vedova di quarantacinque anni, senza più legami, era approdata dal professore per seguire le sue lezioni di poesia. Poi, essendo inopportunamente venuta a mancare la sua vecchia governante aveva cominciato ad occuparsi di lui. Ma in tutti quegli anni tra loro non c’era mai stata nemmeno l’ombra di un rapporto erotico.
(Atto d’adorazione)

Incipit tratto da:
Titolo: Atti di adorazione
Autore: Yukio Mishima
Traduzione: John Bester
Titolo originale: Act of Worship
Casa editrice: Istituto Geografico De Agostini

Bibliografia Yukio Mishima

Copertine di Atti di adorazione di Yukio Mishima
Quarta di copertina / Trama

Questi sette racconti ora pubblicati per la prima volta in Italia, a vent’anni dalla morte dell’Autore, appartengono a vari momenti della vita dello scrittore e riflettono perciò sensibili variazioni di contenuto e stile. Ma i tratti fondamentali sono comunque quelli del miglior Mishima, ossia l’abilità di suggerire diversi piani di significato che si svelano in successive riletture, la bellezza del linguaggio figurato, la capacità di avvolgere singola vicenda in un’atmosfera particolare.
I racconti, che esigono un impegno di lettura per essere gustati fino in fondo, sono soprattutto diretti ad approfondire l’osservazione psicologica dei turbamenti adolescenziali, condotta con uno stile che alterna passi oggettivamente descrittivi e virtuosismi di coloriture molto raffinate, con la ricerca di effetti surreali.
L’esile conflitto tra un giovane e la sua ragazza, metaforizzato nel racconto Pane all’uva, la protesta patetica ne La sigaretta, uno dei brani di maggior valore letterario, la rappresentazione del contrasto tra artista e uomo d’azione simboleggiato in Martirio sono alcuni dei motivi d’interesse di queste pagine, che si prestano, come si è detto, a diversi piani d’interpretazione. Il racconto più completo e anche più compiutamente definito è senza dubbio quello da cui a preso spunto il titolo del libro, Atto di adorazione, ispirato alla reale figura di un noto studioso giapponese; ma al di là di questa identificazione-limitazione, la narrazione è tutta retta da una tensione di enigma e di poesia che coinvolge in una particolarissima esperienza di lettura.
(Ed. Istituto Geografico De Agostini)

Indice cronologico opere Yukio Mishima