Avventure della ragazza cattiva – Mario Vargas Llosa

Incipit Avventure della ragazza cattiva

Quella fu un’estate favolosa. Venne Pérez Prado con l’orchestra di dodici professori ad animare i balli di carnevale del Club Terrazas de Miraflores e del Lawn Tenis di Lima, fu organizzato un campionato nazionale di mambo in plaza de Acho, che ottenne un grande successo malgrado la minaccia del cardinale Juan Gualberto Guevara, arcivescovo di Lima, di scomunicare tutte le coppie che vi avessero partecipato, e il mio quartiere, il Barrio Alegre delle strade miraflorine Diego Ferré, Juan Fanning e Colón, disputò olimpiadi di fulbito, di ciclismo, di atletica e di nuoto con il quartiere di calle San Martin, che, naturalmente, vincemmo.

Incipit tratto da:

    • Titolo: Avventure della ragazza cattiva
    • Autore: Mario Vargas Llosa
    • Traduzione: Travesuras de la niña mala
    • Titolo originale: Glauco Felici
    • Casa editrice: Einaudi

Bibliografia Mario Vargas Llosa

Copertine di Avventure della ragazza cattiva di Mario Vargas Llosa

Incipit Travesuras de la niña mala

Aquél fue un verano fabuloso. Vino Pérez Prado con su orquesta de doce profesores a animar los bailes de Carnevales del Club Terrazas de Miraflores y del Lawn Tenis, se organizó un campeonato nacional de mambo en la Plaza de Acho que fue un gran éxito pese a la amenaza del Cardenal Juan Gualberto Guevara, arzobispo de Lima, de excomulgar a todas las parejas participantes, y mi barrio, el Barrio Alegre de las calles miraflorinas de Diego Ferré, Juan Fanning y Colón, disputó unas olimpiadas de fulbito, ciclismo, atletismo y natación con el barrio de la calle San Martín, que, por supuesto, ganamos.

Incipit tratto da:
Título : Travesuras de la niña mala
Autor : Mario Vargas Llosa
Editor : Punto de Lectura
Lengua : Español

Quarta di copertina / Trama

«Io, in un impeto di confidenza, gli avevo appena
raccontato, senza dettagli e senza nomi, che da molti anni ero innamorato di una donna che appariva
e scompariva nella mia vita come un fuoco fatuo,
incendiandola di felicità per brevi periodi, e, dopo,
lasciandola secca, sterile, vaccinata nei confronti
di qualsiasi altro entusiasmo o amore».
Ricardo è irrimediabilmente innamorato di una
«ragazza cattiva». Lei trasforma la sua vita
in un inferno, ma in quell’inferno Ricardo trova
tutto ciò di cui dovrà vivere: passione, gioia, amicizia, follia, disperazione, sesso, delirio.
Un’indimenticabile storia d’amore, una passione estrema, percorre e stravolge la vita di Ricardo. Un racconto che inizia nel 1950, quando il giovane peruviano scopre di essere innamorato di una ragazza cattiva, una niña mala che lo fa impazzire con il suo charme, ma gli dice sempre di no. Le loro strade si separano, Ricardo realizza molto presto il suo sogno: andare a vivere a Parigi. Ma la niña mala riappare anche qui, in una nuova versione: è una militante del Mir in partenza per Cuba dove verrà addestrata alla guerriglia. Da allora, nella vita di Ricardo, si alternano il lavoro di interprete e i tormenti e le gioie che la ragazza cattiva gli infliggerà.
Ciò che cattura e trascina il lettore, in questa nuova prova di Vargas Llosa, è la capacità di tracciare un ritratto vivo e palpitante del mondo europeo e latinoamericano, dagli anni Sessanta a tutti gli Ottanta: con protagonisti ed eventi reali (il capo guerrigliero Guillermo Lobatón, ad esempio, o l’editore Mario Muchnik, e il Sessantotto parigino) e altri di fantasia (come il piccolo vietnamita adottato da una coppia francese, muto, che riacquista la voce grazie all’amicizia della niña mala), che insieme congiurano a creare l’affresco credibile e illuminante di quelle stagioni, di quelle storie, di quelle convinzioni.
Un’ispirata rievocazione (con inevitabili accenni autobiografici), condotta senza nostalgie ma con lucida intensità, sostenuta da una scrittura che si fa sempre più limpida e rarefatta, sempre più essenziale. Ed è proprio la scrittura a diventare alla fine protagonista: soltanto quando la vicenda con la misteriosa niña mala giunge a conclusione, Ricardo potrà sfruttare tutta la sua esperienza vitale e affrontare quello che è sempre stato il suo sogno vero: scrivere.
(Ed. Einaudi)

Indice cronologico opere Mario Vargas Llosa