Centosette – Stefano Cafaggi

Incipit Centosette

Quella sera d’estate, quando suo padre scomparve al tramonto, la nube era comparsa nel cielo, più o meno in mezzo a Cassiopea e Andromeda: una specie di palla nera. Quando sorse l’alba, Cassiopea e Andromeda scomparvero ma la nube rimase lì. Per sempre. Una palla nera sospesa nel cielo. Quella sera scomparve suo padre e comparve la nube. Lui soffiava sulle sei candeline che la mamma aveva acceso sulla torta di compleanno.

Incipit tratto da:

Centosette di Stefano Cafaggi

Quarta di copertina / Trama
Un evento esterno modifica improvvisamente il mondo attorno a noi, tutto cambia aspetto.
Un bambino di sei anni attraversa il mutamento e lo legge con gli occhi delle sue fantasie.
Un breve e nebuloso romanzo su una data impossibile da dimenticare.

Bibliografia Stefano Cafaggi