Danza macabra – Veit Heinichen

Incipit Danza macabra

Era l’anno in cui i tedeschi, per vendicarsi con gli italiani di Trappattoni, rifilarono a Roma un papa “made in Germany”. Un pastore tedesco in cambio dell’Allenatore. Nonostante fosse nervoso, Proteo Laurenti scoppiò a ridere quando sentì alla radio Sua Santità con le scarpe di Prada dichiarare che «la chiesa cattolica non è minestra riscaldata». Se non altro, la grammatica era corretta.

Incipit tratto da:

    • Titolo: Danza macabra
    • Autore: Veit Heinichen
    • Traduzione: Maria Paola Romeo ed Elena Tonazzo-Grandi
    • Titolo originale: Totentanz
    • Casa editrice: e/o

Bibliografia Veit Heinichen

Copertine di Danza macabra di Veit Heinichen

Incipit Totentanz

Es war das Jahr, in dem die Deutschen einen Papst nach Rom schickten, um sich an den Italienern für Trapattoni zu rächen. Bayer gegen Fußballtrainer. Trotz seiner Nervosität prustete Proteo Laurenti vor Lachen, als er im Autoradio hörte, wie der oberste Rockträger mahnte, daß die katholische Kirche keine aufgewärmte Gemüsesuppe sei. Wenigstens stimmte die Grammatik.

Incipit tratto da:

  • Titel : Totentanz
  • Autor : Veit Heinichen
  • Verleger : Zsolnay E-Book
  • Sprache : Deutsch

Quarta di copertina / Trama

A Trieste esplode una bomba, ma la polizia se ne accorge solo dopo che la notizia è già stata diffusa. Una faccenda inammissibile per il commissario Proteo Laurenti, il quale non sospetta che i Drakic, suoi nemici giurati, siano tornati in città per perseguire i propri intenti criminosi. Viktor e Tatjana Drakic però hanno soprattutto un desiderio: vendicarsi di Laurenti una volta per tutte.
Le società del benessere producono valanghe di scorie. Che farne? La risposta arriva da un’azienda specializzata nello smaltimento dei rifiuti che conduce i propri affari negli uffici del consolato di un piccolo quanto sconosciuto paese dell’Est. Non c’è alcun dubbio: con la spazzatura si guadagna, soprattutto se si è in grado di sfruttare le leggi a proprio vantaggio. Quando però in uno di quegli uffici viene trovata una giovane massacrata di botte il caso finisce sul tavolo di Laurenti. Nel corso delle indagini il commissario si imbatte in affari criminosi di enorme portata; tuttavia il nesso con il consolato, ma soprattutto con i Drakic, all’inizio gli sfugge. I criminali hanno dunque tutto il tempo per tramare alle spalle dell’odiato Laurenti e organizzare il suo assassinio.
Una nuova avventura nella fortunata serie dello scrittore tedesco-triestino Veit Heinichen.
(Ed. e/o; Tascabili)

Indice cronologico opere Veit Heinichen